BondWorld.it

20 maggio – CDS Monitor: Prezzi dei Corporate CDS sotto osservazione in ulteriore aumento

I Corporate CDS 5 anni Europa e America sotto osservazione Prezzi  dei  Corporate  CDS  sotto  osservazione  in  ulteriore  aumento  nell’ultima  settimana:  per  i  CDS  europei  tale  andamento  risulta  in controtendenza rispetto alle ultime rilevazioni, ed è confermato da un  innalzamento….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente


{loadposition notizie}


Fonte: Area Pianificazione Strategica, Research& IR – Monte dei Paschi di Siena


dell’indice  iTraxx Cross Over, che torna ai  livelli di fine aprile a 275bps. A guidare  i rialzi  il CDS Fiat, +39 a 302bps: come riportato nella  tabella sottostante, anche gli altri Corporate CDS  italiani esaminati segnano variazioni al rialzo, dopo settimane di sostanziale stabilità. Tali aumenti sono compresi tra  i +31bps di Finmeccanica e  i +9bps di ENEL. Aumenti di rilievo anche sui CDS Peugeot a 280bps (+27bps), e BSkyB (Media): quest’ultimo in particolare si allarga di circa 25bps, e  tocca  il prezzo massimo da oltre un anno. Nel panorama americano  invece, rispetto alle scorse settimane, non sono numerosi gli incrementi, ma su tutti spicca quello del CDS RadioShack, +1.648bps, che porta il prezzo del CDS a sfiorare i 5.900bps. Fitch ha tagliato il rating della compagnia a  ‘CC’, ritenendo sempre più probabile che RadioShack debba ristrutturare  il proprio debito entro  i prossimi 12 mesi: non è infatti andato buon fine il piano di chiusura di 1.100 negozi che la compagnia avrebbe dovuto completare come concordato con i propri creditori. Nel comparto Alimenti/Bevande  in evidenza  l’aumento del CDS Sara Lee che passa  in sette giorni da 89 a 134bps, così come continua a salire il prezzo del CDS Tyson, segnalato ai massimi sette giorni fa e ora a 90bps. Recupera circa 50punti base il CDS The Jones Group (Vendite al Dettaglio), sceso a 673bps. Sostanzialmente invariato l’indice CDX Cross Over a 66bps.

Stati Sovrani: CDS Trend
Inversione  di  tendenza  sui  prezzi  di  alcuni  dei  CDS  Sovrani  europei  sotto  osservazione, dopo  le ultime  settimane  caratterizzate da grande  stabilità. Gli  incrementi  risultano di entità diversa: +29bps sul prezzo del CDS Portogallo, ora a 179bps, seguito dai +15bps sul CDS Italia  a  118bps. CDS Spagna  +7  a  90bps. Tra  i Governativi  con  prezzo  più  basso  il CDS Belgio, a 38bps; il rating del paese è stato confermato in settimana ad ‘AA’ da parte di Fitch, valutazione sostenuta “da un’economia diversificata, ad alto reddito pro capite e da istituzioni solide”. Nel panorama dei Governativi Emergenti alcuni CDS, seppure in calo nel confronto con  l’ultima  rilevazione, hanno subito un  rialzo sul  finire della settimana. È  il caso del CDS Russia, a 239bps, e dei CDS Ungheria e Sud Africa, rispettivamente a 198 e 179bps. Risale il CDS Turchia a 193bps, mentre il CDS Slovenia continua la sua discesa, toccando questa settimana  143bps. Nell’area  americana  alcuni movimenti  al  rialzo  si  registrano  sui Sovrani latino  americani:  CDS  Venezuela  +105bps  in  sette  giorni  torna  sopra  i  1.000punti  base (1.051), CDS Argentina +39 a 1.600bps. +7bps il CDS Brasile a 152bps.

Banche Europa e USA: CDS Trend
Sempre allineati ai rispettivi Governativi, sono numerosi gli incrementi subiti dai CDS bancari europei  rispetto  alle  ultime  settimane.  Spiccano  in  particolare  i  rialzi  dei  CDS  di  Banco Espirito Santo (+24bps) e Banco Comercial Portugues (+18bps), rispettivamente a 184 e 189bps. Aumentano anche i CDS delle banche italiane: +11bps per i CDS BMPS a 183bps e Banco Popolare  a  174, +9 Unicredit  a  122bps, +8  Intesa  a  94.  In  settimana  Fitch  ha confermato,  tra  gli  altri,  i  rating  e  le  prospettive  di Monte  Paschi  e  Unicredit, mentre  per Intesa  l’outlook è stato rivisto a  ‘stabile’ da  ‘negativo’. Tra  le altre variazioni, si segnalano  il rialzo di 13bps del CDS BNP, ora a 69bps, e quello di 10bps di Societe Generale, a 88bps, e  Santander  a  96;  sfiora  i  100punti  base  (98bps)  il  CDS  BBVA,  +9bps  la  variazione settimanale. +7bps  infine  sui CDS Deutsche Bank  e Commerzbank: 75bps  il  prezzo  del primo,  93bps  il  secondo.  Come  sette  giorni  fa,  nessuna  variazione  significativa  interessa invece i CDS bancari americani presi in esame, stabili rispetto all’ultima rilevazione.


Discaimer

discaimer

Articoli Simili

M&G : Le imminenti riforme dei credit default swap

1admin

24 giugno – CDS Monitor: I movimenti più consistenti osservati nell’ultimo mese sui Governativi europei hanno interessato in particolare i CDS dei Paesi Periferici, tutti in deciso calo.

1admin

13 maggio – CDS Monitor: Tutti in discesa i prezzi dei CDS Sovrani europei sotto osservazione

1admin