BondWorld.it
- AMERICA 4

600 Miliardi di Dollari per rilanciare l’economia USA

Due anni di grande recessione e non sentirli. L’S&P 500 venerdì scorso ha chiuso a quota 1225 punti, un valore che non….


Fonte: Articolo tratto dalla Newsletter – Private & Consulting SIM


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


raggiungeva dal 9 settembre 2008, 6 giorni prima del fallimento di Lehman Brothers. Ripercorriamo brevemente alcune delle fasi principali di questi due anni.

Primo: la speculazione finanziaria causa il collasso del sistema finanziario, principalmente nei paesi anglosassoni.

Secondo: i governi sono costretti ad abbandonare il liberismo e ad intervenire per sostenere le società “too big to fail”, tra cui grandi banche e aziende automobilistiche.

Terzo: la produzione di beni, sostenuta dal sistema del debito, entra in crisi, causando un aumento della disoccupazione.

Quarto: le Banche Centrali di tutto il mondo sostengono l’economia con politiche monetarie ultra-espansive, abbassando i tassi e comprando Titoli di Stato.

Quinto: gli stati europei più colpiti dalla crisi entrano in gravi difficoltà tanto da ricorrere all’aiuto di BCE e FMI.

Sesto: si utilizza la svalutazione competitiva per sostenere le esportazioni ed evitare che il tasso di  disoccupazione diventi strutturale.

In particolare, negli USA la ripresa appare troppo lenta tanto da spingere, in settimana, la FED a varare un piano di acquisto di Treasury da 600 Mld di Dollari ed il Presidente Obama a dichiarare: “dobbiamotrovare nuovi clienti in nuovi mercati per i prodotti made in USA”.


Disclaimer
La presente pubblicazione è distribuita da Private & Consulting SIM. Pur ponendo la massima cura nella predisposizione della presente pubblicazione e considerando affidabili i suoi contenuti, Private & Consulting SIM non si assume tuttavia alcuna responsabilità in merito all’esattezza, completezza e attualità dei dati e delle informazioni nella stessa contenuti ovvero presenti sulle pubblicazioni utilizzate ai fini della sua predisposizione. Di conseguenza Private & Consulting SIM declina ogni responsabilità per errori od omissioni.
La presente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, non costituendo in nessun caso offerta al pubblico di prodotti finanziari ovvero promozione di servizi e/o attività di investimento né nei confronti di persone residenti in Italia né di persone residenti in altre giurisdizioni, a maggior ragione quando tale offerta e/o promozione non sia autorizzata in tali giurisdizioni e/o sia contra legem se rivolta alle suddette persone.
Né Private & Consulting SIM né alcuna società appartenente al Gruppo Private & Consulting potrà essere ritenuta responsabile, in tutto o in parte, per i danni (inclusi, a titolo meramente esemplificativo, il danno per perdita o mancato guadagno, interruzione dell’attività, perdita di informazioni o altre perdite economiche di qualunque natura) derivanti dall’uso, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, dei dati e delle informazioni presenti nella presente pubblicazione.
La presente pubblicazione può essere riprodotta unicamente nella sua interezza ed esclusivamente citando il nome di Private & Consulting SIM, restandone in ogni caso vietato ogni utilizzo commerciale. La presente pubblicazione è destinata all’utilizzo ed alla consultazione da parte della clientela professionale e commerciale di Private & Consulting SIM cui viene indirizzata, e, in ogni caso, non si propone di sostituire il giudizio personale dei soggetti a cui si rivolge. Private & Consulting SIM ha la facoltà di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi elemento sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira ovvero è tratto anche prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione della sua clientela. Private & Consulting SIM può occasionalmente, a proprio insindacabile giudizio, assumere posizioni lunghe o corte con riferimento ai prodotti finanziari eventualmente menzionati nella presente pubblicazione. In nessun caso e per nessuna ragione Private & Consulting SIM sarà tenuta, nell’ambito dello svolgimento della propria attività di consulenza, sia essa individuale o collettiva, ad agire conformemente, in tutto o in parte, alle opinioni riportate nella presente pubblicazione.


Articoli Simili

Federated Hermes: Trump vs Biden, quanto pesano dati macro, mercato del lavoro e politica monetaria

Redazione

Federated Hermes: L’eccezionale eccezione della BCE che dà il via libera alle obbligazioni legate alla sostenibilità

Redazione

UBP: restare esposti al tech, ma con le obbligazioni convertibili

Redazione