BondWorld.it
Diana Pasquale AcomeA SGR

AcomeA SGR – Bce: si prospetta una riunione dovish?

AcomeA SGR: Personalmente penso che il messaggio della BCE sarà chiaramente dovish, in virtù degli ultimi numeri di inflazione (specialmente services HICP, che è meno influenzata da fattori temporanei ed è scesa a 0.7%Y in agosto, al minimo storico), e dal recente apprezzamento dell’EUR.


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


A cura di Pasquale Diana, Senior Macro Economist di AcomeA SGR


La presentazione di Philip Lane a Jackson Hole e i suoi recenti commenti (“The euro-dollar rate is endogenous to monetary policy”) vanno esattamente in questa direzione. Ricordiamo anche che la BCE prevede che core inflation rimanga addirittura sotto l’1% nei prossimi anni (0.8% nel 2020, 0.7% nel 2021 e 0.9% nel 2022).

Sembra lecito pertanto attendersi ulteriori mosse da parte della BCE nei prossimi mesi. Sul tavolo tra le opzioni principali ci sono ampliamento del QE (PEPP o APP), ulteriori rilassamenti dei termini del TLTRO-III, forward guidance, cambio del tiering multiplier o riduzioni dei tassi in territorio ancor più negativo. Non escluderei un annuncio già questa settimana, ma per il momento penso che giovedì la BCE si limiterà a una sorta di “verbal intervention”, riservandosi di intervenire con più decisione nei meetings futuri qualora l’euro continuasse ad apprezzarsi.

Fonte: BONDWorld.it

Articoli Simili

CANDRIAM: Restiamo positivi sui mercati periferici, soprattutto sull’Italia

Redazione

UBS AM Il paese degli orsi: consigli di sopravvivenza per investitori incauti

Redazione

Federated Hermes: direct lending, meglio senior secured o unitranche?

Redazione