Analisi Obbligazionarie

Analisi Bund e Titoli di Stato Italia e Estero: Ancora un allungo rialzista per il Bund

agenda 2

Euro: Ancora un allungo rialzista  per il Bund durante le ultime due settimane. I corsi, dall’area 139,34 si sono spinti fin verso i massimi di area 140,50. Per le prossime sedute:  il Bund potrebbe ancora muoversi tra la prima resistenza ora situata a…


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente.



ridosso delle 140,50 e la prima fascia supportiva individuabile a 137,00/136,50. Un primo segnale di ritorno di debolezza si avrebbe solo in seguito a nuovi indebolimenti sotto le 136,50. In tal caso si aprirebbero ampi spazi di correzione verso le 135,00 prima e verso le 133,50/132,50 in seguito.  Un forte segnale di ritorno di forza si avrebbe solo in seguito al recupero degli ultimi massimi posti a 140,50.

USA
Ancora recupero per il T-Bond nelle ultime due settimane.  I corsi dall’area 138,50, si sono spinti fin verso le 142,00.   
Per le prossime settimane:  la tenuta delle 135,00, mantiene ancora in essere il trend neutro-rialzista di medio/lungo periodo. I corsi potrebbero oscillare ancora tra le 135,00 e gli ultimi massimi di area 145,00/146,50, con area supportiva intermedia a 140,00. Sopra alle 146,50 si avrebbero possibili nuovi  impulsi rialzisti e la formazione di nuovi massimi assoluti.  Sotto le 135,00 assisteremmo ad un segnale di maggior debolezza valido per il medio periodo, con implicazioni possibili verso le 127,00/125,00.

20042012_1
Btp 01 novembre 2015 3,0 % (4yrs) – Grafico Giornaliero
COMMENTO: 
ancora una leggera discesa durante le ultime due settimane per il Btp.  I corsi, dall’area 97,34, si sono spinti fin verso le 96,21, per poi tornare verso le 98,00/97,00 Per le prossime settimane:  il Btp potrebbe ora muoversi tra la prima resistenza di area 98,20 e la prima area supportiva coincidente con le 96,00.  Un più marcato segnale di ritorno di debolezza si avrebbe solo in seguito a discese del Btp sotto le 96,00. In tal caso potremmo assistere a nuove discese verso le 94,00/93,50. Sopra alle 98,20 assisteremmo ad un nuovo segnale  di rafforzamento per gli ultimi massi situati a ridosso dell’area 100,00/101,00.

20042012_2
Bund 10yrs – contratto di continuazione – Grafico Settimanale
COMMENTO:
  ancora un allungo rialzista  per il Bund durante le ultime due settimane.   I corsi, dall’area 139,34 si sono spinti fin verso i massimi di area 140,50. Per le prossime sedute:  il Bund potrebbe ancora muoversi tra la prima resistenza ora situata a ridosso delle 140,50 e la prima fascia supportiva individuabile a 137,00/136,50. Un primo segnale di ritorno di debolezza si avrebbe solo in seguito a nuovi indebolimenti sotto le 136,50. In tal caso si aprirebbero ampi spazi di correzione verso le 135,00 prima e verso le 133,50/132,50 in seguito. Un forte segnale di ritorno di forza si avrebbe solo in seguito al recupero degli ultimi massimi posti a 140,50.

20042012_3
Btp 1 settembre 2040  5,00 % (30 yrs) – Grafico Giornaliero
COMMENTO:
movimento laterale per il Btp trentennale durante le ultime settimane. I corsi oscillano tra le 83,83 e vanno al test delle 87,68. Per le prossime sedute:  il Btp potrebbe ora muoversi all’interno dell’ampio range compreso tra la prima resistenza situata a ridosso delle 90,50  e la prima importante area supportiva individuabile in area 85,50.  Un più marcato segnale di ritorno di debolezza si avrebbe solo in seguito a discese del Btp sotto le 85,00. In tal caso potremmo assistere a nuove discese verso le 82,50 in prima battuta e, sotto quest’ultima area, in direzione delle 80,00/79,00. Sopra alle 90,50 assisteremmo ad un ulteriore segnale di rafforzamento per le 93,30 in prima battuta e verso le 96,50 successivamente.  

20042012_4
T-Bond 30yrs – contratto di continuazione– Grafico Settimanale
COMMENTO:
  ancora recupero per il T-Bond nelle ultime due settimane.  I corsi dall’area 138,50, si sono spinti fin verso le 142,00.  Per le prossime settimane:  la tenuta delle 135,00, mantiene ancora in essere il trend neutro-rialzista di medio/lungo periodo. I corsi potrebbero oscillare ancora tra le 135,00 e gli ultimi massimi di area 145,00/146,50, con area supportiva intermedia a 140,00. Sopra alle 146,50 si avrebbero possibili nuovi  impulsi rialzisti e la formazione di nuovi massimi assoluti. Sotto le 135,00 assisteremmo ad un segnale di maggior debolezza valido per il medio periodo, con implicazioni possibili verso le 127,00/125,00.

20042012_5


Certificazione degli analisti

 

Noi, analisti dell’Ufficio Analisi Tecnica del Gruppo Banca Sella, dichiariamo che tutte le opinioni espresse nel presente report riflettono opinioni personali sugli emittenti e/o sui titoli, formate sulla base di informazioni non riservate. Certifichiamo, inoltre, di non possedere interessi personali rilevanti, come definiti da codice interno, nelle società trattate.Avvertenze I dati relativi a indici di Borsa, titoli azionari, obbligazioni, strumenti finanziari derivati e altri strumenti finanziari hanno come fonti Bloomberg, eSignal, Sole24Ore, STB.

I risultati (guadagni o perdite) relativi a questo servizio di informativa finanziaria si riferiscono ai dati storici e a quanto avvenuto fino alla data della sua elaborazione e pertanto non sono indicativi di risultati futuri.

Salvo persamente specificato, i risultati relativi a questo servizio di informativa finanziaria sono considerati al lordo di commissioni, competenze e oneri a carico dell’utente che decida di effettuare attività di compravendita degli strumenti finanziari oggetto del servizio stesso.

Fonte: Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella

Related posts

T. Rowe Price: Bond Emergenti, la differenza la fanno gestione attiva e approccio relative value

1admin

Il Punto: Italia – Il governo Renzi ha superato senza sorprese l’esame del Parlamento.

1admin

MC: Il rimbalzo I mercati azionari risalgono sostenuti dalle banche centrali, fra tensioni geopolitiche

1admin