BondWorld.it
AXA Investment Managers AXA IM

AXA IM investe 100 milioni di Euro nei transition bond emessi da BPCE

AXA IM investe 100 milioni di Euro nei transition bond emessi da BPCE. BPCE emette transition bond per 100 milioni di euro con il supporto di AXA IM in qualità di investitore, per finanziare asset di Natixis che contribuiscono alla transizione energetica


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostre Newsletter gratuite .Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


A cura di Alessandro Tentori, CIO AXA IM Italia


Per conto del Gruppo AXA, AXA Investment Managers (AXA IM) sta investendo 100 milioni di euro in transition bond senior non-preferred, contribuendo al finanziamento di asset legati alla transizione energetica. I bond, emessi con scadenza decennale e con cedola dello 0,55%, saranno quotati alla borsa di Parigi.

I proventi dell’emissione, effettuata da BPCE, potranno essere utilizzati per rifinanziare asset di Natixis consistenti in prestiti per progetti e/o finanziamenti a imprese in settori rilevanti, tra i quali, potenzialmente, i trasporti, l’energia, le attività midstream nel settore gas, il settore metallurgico-estrattivo e i materiali edili. Gli asset saranno selezionati in base al potenziale di riduzione delle emissioni e al rispettivo contributo a un’economia low carbon.

I transition bond offrono due principali caratteristiche innovative. Il portafoglio selezionato comprende:

    Finanziamenti a imprese di tipo “sustainability-linked” che prevedono un adeguamento dei margini creditizi al raggiungimento di determinati Key Performance Indicator (KPI) legati alla transizione climatica ed energetica. Questa forma di finanziamento è l’ideale per catturare le qualità olistiche, dinamiche e innovative della transizione energetica delle imprese.

    I prestiti per progetti sono selezionati applicando il Green Weighting Factor, un innovativo sistema interno sviluppato da Natixis che collega il meccanismo di allocazione del capitale basato sull’analisi di Natixis alla performance climatica e ambientale del singolo finanziamento. Con questo metodo, Natixis riesce a gestire attivamente e controllare l’impatto climatico e di transizione energetica dei suoi asset patrimoniali.

I proventi dell’operazione saranno utilizzati per rifinanziare asset legati alla transizione energetica, quali:

    prestiti per progetti dedicati a metalli (bauxite e rame) considerati enabler di tecnologie low carbon;

    prestiti per progetti nel campo della trasmissione e distribuzione elettrica che contribuiscono all’interconnessione di paesi con impianti di generazione a basse emissioni di carbonio;

    Un prestito “sustainability-linked” a uno dei principali produttori mondiali di alluminio, per supportare l’impegno dell’azienda a produrre e vendere alluminio low carbon.

In seguito all’invito all’azione lanciato l’anno scorso, l’operazione odierna dimostra l’intenzione di AXA IM di avere un ruolo di primo piano nello sviluppo dei transition bond. AXA IM e Natixis inoltre copresiedono l’ICMA Climate Transition Finance Working Group, costituito allo scopo di indirizzare il dibattito tra gli operatori dei mercati finanziari e le politiche di disclosure in relazione alle attività di raccolta fondi per finalità legate alla transizione climatica.

Marco Morelli, Executive Chairman di AXA Investment Managers, ha così dichiarato: “Essere un gestore di investimenti responsabile è una preoccupazione costante in ogni nostra attività, e ci spinge sempre alla ricerca di opportunità d’investimento sostenibili e innovative. Le nostre attività con il Gruppo AXA e con partner del calibro di BPCE e Natixis dimostrano ancora una volta il nostro impegno verso questa nuova asset class. Il lancio di questo transition bond è un altro passo avanti nella nostra strategia di supporto della transizione di settori industriali ad alta intensità di carbonio verso modelli di business a bassa intensità di carbonio, in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi, e ci auguriamo di poter finanziare molti altri progetti in futuro”.

Jean-François Lequoy, Group CFO, Deputy Chief Executive Officer di Groupe BPCE e membro del Consiglio di gestione incaricato di Strategia e Finanze, ha commentato: “L’emissione di questo transition bond innovativo, in collaborazione con il Gruppo AXA e Natixis, è un ulteriore passo avanti nella nostra ambizione strategica che vorrebbe portare il Gruppo ad essere uno dei principali operatori della transizione ambientale e della finanza sostenibile. Collocandosi nella fase di esordio di questa nuova tipologia di strumento di finanziamento tematico sostenibile, l’operazione rappresenta una tappa fondamentale nello sviluppo dei transition bond, e riflette l’innovazione del mercato e la diversificazione settoriale”.

Alain Gallois, Global Head of Investment Banking, Corporate & Investment Banking, Natixis, ha aggiunto: “Siamo orgogliosi della collaborazione con il Gruppo AXA e con AXA IM alla strutturazione di questo innovativo transition bond, con il quale abbiamo dimostrato un’ulteriore applicazione, concreta e orientata al cliente, del nostro Green Weighting Factor. Questo meccanismo proprietario di Natixis, che ci consente di stabilire l’allocazione del capitale tra i vari accordi di finanziamento in ambito Corporate & Investment Banking in base al loro impatto climatico e ambientale, è stato un elemento fondamentale per decidere l’ammissibilità all’emissione degli asset legati alla transizione energetica”.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo: 2 nuove obbligazioni

Redazione

Hedge Invest Sgr: Aero Sekur completa un’operazione di direct lending

Redazione

Hedge Invest Sgr: 2P Asfalti S.r.l. prestito obbligazionario da Euro 3 milioni

Redazione