BondWorld.it

11 marzo CDS Monitor: Prezzi dei CDS Governativi europei sotto osservazione in generale discesa nell’ultima settimana

I Corporate CDS 5 anni Europa e America sotto osservazione Nel confronto con l’ultima rilevazione, si differenzia nettamente l’andamento dei prezzi dei Corporate CDS europei e americani sotto osservazione. …….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Fonte: Area Pianificazione Strategica, Research& IR – Monte dei Paschi di Siena


In Europa infatti l’unico aumento da segnalare nella settimana è quello del CDS Metro ed è di 6punti base, mentre segnano consistenti ribassi gli altri CDS considerati in tutti i settori di attività . L’indice iTraxx Cross Over è ai minimi a 257bps. Tra i Corporate CDS italiani, ancora in evidenza e in ulteriore discesa il CDS Finmeccanica -15bps a 229bps, così come segnano nuovi minimi i CDS ENI a 74bps ed ENEL a 96bps. Fitch ha confermato il rating di Eni ad ‘A+’, con outlook negativo. Come detto, sui Corporate CDS americani si alternano ancora consistenti ribassi e incrementi di rilievo. A guidare i rialzi è il CDS Radio Shack, più che raddoppiato in sette giorni, passa da 1.983 a 4.226bps: la catena di negozi di elettronica al dettaglio sta progettando di chiudere 1.100 punti vendita, dopo aver registrato risultati negativi per l’ottavo trimestre consecutivo. Ancora in evidenza il CDS Energy Future, che segna un nuovo allargamento e sale a 10.661bps. Decisamente più contenuti gli altri incrementi della settimana. CDS Safeway (Supermercati) sale di 25bps e prezza 338bps, +20bps per i CDS Jones Apparel e Dillard’s (settore Vendite al dettaglio) rispettivamente a 422 e 162bps. Nello stesso comparto continua invece a scendere il CDS JC Penney, che ha recuperato ca.560bps nel corso dell’ultimo mese, e prezza ora 1.223bps. Da segnalare tra i maggiori decrementi anche il CDS MBIA (settore Ass. Finanziarie), ai minimi dallo scorso mese di giugno a 294bps.

Stati Sovrani: CDS Trend

Prezzi dei CDS Governativi europei sotto osservazione in generale discesa nell’ultima settimana, con una sola rilevante eccezione tra i Sovrani Emergenti. Il CDS Russia segna infatti un rialzo di 24bps, che porta il prezzo ai massimi dallo scorso mese di giugno, a 216bps. È questo l’unico incremento osservato in una settimana caratterizzata da generali ribassi.

Spiccano i -18bps del CDS Portogallo, a 217bps, -12bps il CDS Italia a 139, -9bps sul CDS Spagna a 121bps. Segnaliamo sempre ai minimi il CDS Germania a 24bps, Moody’s ha rivisto al rialzo l’outlook sul rating del Paese, confermandone la tripla A.

Tra gli Emergenti segna un calo di 12bps il CDS Slovenia che prezza 208bps, mentre in discesa di 9bps sono i CDS Sud Africa, a 202bps e Ungheria a 241bps. In America, nuovo ribasso, seppure più contenuto rispetto a sette giorni fa (-77bps), del CDS Venezuela, che scende a 1.357bps. Più marcata la discesa del CDS Argentina, 164bps in sette giorni, prezza 2.019bps. Tutti in calo anche gli altri Governativi dell’area latino americana. CDS Brasile ancora in evidenza: prezzo attuale 162bps, -25bps nell’ultimo mese.

Banche Europa e USA: CDS Trend

Invariato l’andamento dei prezzi dei CDS bancari europei e americani sotto osservazione, ulteriormente in calo nell’ultima settimana, in alcuni casi con ribassi sostenuti. Segnaliamo in particolare il CDS Fortis, sceso a 79bps dopo i picchi del mese di febbraio, e il CDS BMPS che guida i ribassi della settimana (-31bps), scendendo a 275bps.

Gli altri bancari italiani considerati vedono il calo di 7bps del CDS Intesa a 123bps, mentre rimangono sostanzialmente invariati i CDS Unicredit e Banco Popolare, rispettivamente a 148 e 217bps. Recuperano gli aumenti della settimana scorsa i CDS delle banche inglesi: Standard Chartered scende a 120bps, Lloyds a 76bps, mentre il maggior recupero (-9bps) è quello di RBS ora a 108bps.

È di 8bps invece il decremento sui CDS Banco Espirito Santo e Santander, rispettivamente a 236bps e 123bps. -7bps per ING a 75bps, così come per Deutsche Bank che prezza 84bps. Ancora sui livelli delle ultime settimane i bancari americani : tra questi, costante discesa del CDS Bank of America, ora a 65bps.


Discaimer

discaimer

Articoli Simili

M&G : Le imminenti riforme dei credit default swap

1admin

24 giugno – CDS Monitor: I movimenti più consistenti osservati nell’ultimo mese sui Governativi europei hanno interessato in particolare i CDS dei Paesi Periferici, tutti in deciso calo.

1admin

20 maggio – CDS Monitor: Prezzi dei Corporate CDS sotto osservazione in ulteriore aumento

1admin