BondWorld.it

CDS Monitor: Tutti i Governativi europei sotto osservazione risultano in generale calo

I Corporate CDS 5 anni America ed Europa sotto osservazione Si differenzia nell’ultima settimana l’andamento dei Corporate CDS europei rispetto a quelli americani. In Europa infatti il panorama rimane caratterizzato da una netta prevalenza di ribassi sui prezzi sotto…….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Fonte: Area Pianificazione Strategica, Research& IR – Monte dei Paschi di Siena


osservazione, e come riportato nella tabella sottostante, gli unici incrementi nel confronto settimanale rimangono al di sotto dei 10bps. A guidare i ribassi è invece il CDS Hellenic Telecom, che si restringe di ca.100punti base e scende ai minimi da quasi tre anni a 213bps. Segnaliamo ai minimi anche il CDS Peugeot, a 282bps: sia Fitch che Moody’s hanno confermato la loro valutazione sul rating di Peugeot, rivedendone l’outlook al rialzo. Tra i Corporate CDS italiani, in ulteriore discesa (-18bps) il CDS Finmeccanica a 259bps, -17bps per FIAT a 299bps. Come detto, si discosta dall’ultima rilevazione l’andamento dei Corporate CDS americani: prevalgono ancora consistenti ribassi, ma rispetto a sette giorni fa si segnalano anche alcuni incrementi di rilievo.

Su tutti, CDS Energy Future, già ai massimi a 8.872bps, con un aumento di 422bps. Segue CDS Safeway (Supermercati), ai massimi dallo scorso mese di novembre a 272bps: a seguito dell’annuncio di trattative in corso per una possibile cessione del gruppo, Fitch ha posto il

rating di Safeway in Rating Watch Negativo. Meno marcati gli altri rialzi, ma tornano ad allargarsi i CDS NY Times, di nuovo ai massimi a 175bps, e Time Warner Cable, a 92bps. Ai minimi invece dallo scorso mese di giugno il CDS Cooper Tire (Auto/Ricambi), che guida i ribassi della settimana e prezza 293bps. Indici Cross Over sostanzialmente invariati: iTraxx a 277bps, CDX a 65bps.

Stati Sovrani: CDS Trend

Nel confronto con l’ultima rilevazione, tutti i Governativi europei sotto osservazione risultano in generale calo, con la sola eccezione del CDS Kazakhstan, che sale di 13bps (con una leggera flessione sul finire della settimana), e prezza 195bps. Tra gli altri Governativi Emergenti poche variazioni nel confronto settimanale: -8bps sul CDS Turchia a 239bps, -6bps Ungheria, che recupera l’aumento subito sette giorni fa, e prezza 260bps. CDS Ucraina a 1.162bps, downgrade di S&P sul rating del Paese, a ‘CCC’ da ‘CCC+’. Tra i Sovrani Sviluppati europei, si evidenzia la discesa di 11bps dei CDS Italia e Portogallo, rispettivamente a 155 e 256bps.

Decremento più contenuto per il CDS Spagna, ora a 135bps: Moody’s ha alzato il rating sul debito del Paese a ‘Baa2’, migliorando anche l’outlook a ‘positivo’ da ‘stabile’. Sempre ai minimi a 97bps il CDS Irlanda, che vede confermato il proprio rating (con outlook stabile) da parte di Fitch. In America, nuovo rialzo sul CDS Venezuela ora a 1.640bps, nel Paese continuano le proteste antigovernative contro la crisi economica e gli alti tassi di criminalità. Torna a scendere il CDS Brasile, ai minimi da metà dicembre a 179bps. Governativo Usa prezza 28bps.

Banche Europa e USA: CDS Trend

Nel confronto settimanale, risultano quasi tutti invariati o in leggero calo i prezzi dei CDS bancari europei e americani sotto osservazione, in linea con l’andamento delle ultime settimane. In Europa, si allineano ai rispettivi Governativi i CDS bancari considerati: sono solo i CDS delle banche portoghesi e italiane infatti a segnare decrementi di un certo rilievo. CDS Banco Comercial Portugues prezza 276bps, Banco Espirito Santo 252bps, scendono entrambi di 12bps, un calo che rappresenta anche la maggiore variazione settimanale fra tutti i CDS considerati. In Italia scendono di 7bps i CDS Banco Popolare e BMPS: 227bps il prezzo del primo, 313 il secondo.

Per Banco Popolare downgrade rating a ‘BB-‘ da ‘BB’ da parte di S&P. Stabili i CDS Intesa a 133 e Unicredit a 155bps: Moody’s ha rivisto al rialzo l’outlook di entrambe le banche, confermandone i rating a ‘Baa2’. Sostanzialmente invariati e sui livelli della scorsa settimana tutti i CDS bancari americani considerati.


Discaimer

discaimer

Articoli Simili

M&G : Le imminenti riforme dei credit default swap

1admin

24 giugno – CDS Monitor: I movimenti più consistenti osservati nell’ultimo mese sui Governativi europei hanno interessato in particolare i CDS dei Paesi Periferici, tutti in deciso calo.

1admin

20 maggio – CDS Monitor: Prezzi dei Corporate CDS sotto osservazione in ulteriore aumento

1admin