BondWorld.it

Comunicazione da Intesa San Paolo

CALCOLATRICE 2

Intesa San Paolo comunica le seguenti informazioni relative alle Obbligazioni «Banca Intesa S.p.A. 2006/2012 “Reload3 BancoPosta V collocamento 2006” legate All’andamento di cinque Indici azionari …

Comunicazione ai sensi dell’art. 114, comma 5, del D. Lgs. n. 58/1998 (Testo Unico della Finanza)


…internazionali», ISIN IT0004099419 (di seguito: le Obbligazioni”), emesse da Intesa Sanpaolo S.p.A..

Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di soggetto emittente (di seguito: “Intesa Sanpaolo”) ai sensi e per gli effetti della Comunicazione Consob n. DEM/DME/9053316 dell’8 giugno 2009 (di seguito: la “Comunicazione Consob”), in conformità all’art.114, comma 5, D. Lgs. n. 58/1998 (Testo Unico della Finanza), secondo le modalità di cui alla Parte III, Titolo II, Capo I della delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche (Regolamento Emittenti),

comunica

a) che al 2 febbraio 2010 il Market Maker a Spread di Emissione, Bank of America N.A., come identificato nella comunicazione al mercato del 28 dicembre 2009, ha acquistato sul relativo mercato di quotazione (Mercato Telematico delle Obbligazioni – “MOT”) un ammontare di Obbligazioni pari ad Euro 41.799.000 ad un prezzo che riflette, in termini di spread di tasso di interesse, il merito del credito di Intesa Sanpaolo al momento ell’emissione delle Obbligazioni;

b) che tale ammontare riacquistato rappresenta il 75,06% di Euro 55.688.000, che indica a una volta il massimo ammontare di Obbligazioni acquistabili al prezzo che riflette, in termini di spread di tasso di interesse, il merito del credito di Intesa Sanpaolo al momento dell’emissione delle  obbligazioni;

c) che a titolo meramente indicativo si segnala che a tale data il valore del CDS (Credit Default Swap) (1) di Intesa Sanpaolo a 6 anni (2) era pari a 85,04 bps e tale valore alla data di emissione delle Obbligazioni era pari a 8,76 bps.

Sarà cura di Intesa Sanpaolo o dei soggetti appositamente delegati, informare il mercato del raggiungimento, per effetto dell’acquisto da parte del Market Maker a Spread di Emissione, della

soglia pari al 100% del massimo ammontare di Obbligazioni acquistabili alle condizioni di prezzo sopra indicate.

Al raggiungimento, da parte del Market Maker a Spread di Emissione, di una quota di Obbligazioni riacquistate pari al massimo ammontare di Obbligazioni acquistabili alle condizioni di prezzo sopra indicate, il prezzo di acquisto formulato sul relativo mercato di quotazione (Mercato Telematico delle Obbligazioni – “MOT”) dai Market Maker, definiti nella comunicazione al mercato del 28 dicembre 2009, rifletterà tutte le condizioni di mercato, compreso il merito del credito di Intesa Sanpaolo al momento vigente e potrebbe risultare inferiore rispetto a quello formulato a spread di emissione.

1 Il Credit Default Swap (CDS) è un indicatore del grado di solvibilità dell’Emittente espresso dal mercato e consiste nello swap di copertura del rischio di insolvenza dell’Emittente.

2 Il valore del CDS a 6 anni è stato calcolato per interpolazione tra il valore del CDS a 5 anni (rilevato sul circuito Bloomberg alla pagina “ISPIM SPA CDS EUR SR 5Y”) e il valore del CDS a 7 anni (rilevato sul circuito Bloomberg alla pagina “ISPIM SPA CDS EUR SR 7Y”).

Fonte: BONDWorld.it – Intesa San Paolo Spa

Articoli Simili

INTESA SANPAOLO annuncia un invito ad offrire in scambio Titoli Subordinati di tipo Lower Tier II in circolazione con un Titolo Senior di nuova emissione

1admin

Tesoro: nella tre-giorni di fine luglio collocati oltre 18 mld di titoli, piano 2012 completato al 66%

1admin

EuroTLX: risultati I semestre 2012

1admin