BondWorld.it

Eco Eridania SpA è il secondo investimento di Muzinich Italian Private Debt Fund

Muzinich Italian Private Debt Fund, il fondo chiuso per il finanziamento delle imprese italiane di medie dimensioni, ha perfezionato la sottoscrizione di un prestito obbligazionario a favore della società Eco Eridania SpA. Si tratta della seconda operazione del fondo….

 


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.

{loadposition notizie}


    Eco Eridania SpA, con sede ad Arenzano (GE), è leader in Italia nei servizi e nella consulenza per il settore ambientale, in particolare nella gestione di rifiuti speciali di origine sanitaria e industriale. Il fatturato della società per l’anno 2014 è pari a 70 milioni di euro.
     
    Il fondo sottoscriverà inizialmente un prestito obbligazionario di 10 milioni di euro. Ulteriori risorse saranno messe a disposizione della società successivamente.
     
    Il finanziamento, insieme con le nuove risorse messe a disposizione dagli azionisti Roccaforte e Xenon Private Equity, consentirà di sostenere in modo adeguato il piano di sviluppo dell’azienda genovese che prevede sia investimenti funzionali alla crescita organica, sia acquisizioni di aziende operanti nel settore.
     
    Muzinich Italian Private Debt, che ha completato il primo closing con una dotazione di 156 milioni di euro, è una SICAV-SIF lussemburghese. Alla dotazione del fondo hanno contribuito investitori (italiani ed esteri) esclusivamente istituzionali tra i quali compagnie assicurative, fondi pensione, banche e family office.
     
    Nel finanziamento di Eco Eridania Spa il team di Muzinich è stato assistito dallo studio Linklaters per la consulenza legale e da EY per la consulenza contabile e fiscale. Eco Eridania è stata assistita dallo studio legale Bianco Besozzi & Associati.

Fonte: BONDWorld.it

Articoli Simili

BTP a 50 anni : Riapertura via sindacato dati collocamento

1admin

BTP a 50 anni : Risultati della riapertura via sindacato

1admin

BTP 20 anni: Emissione del nuovo benchmark

1admin