BondWorld.it
- AMERICA 3

Flash Daily Mercati

Da seguire: Stati Uniti: – L’employment report di febbraio sarà influenzato da diversi fattori temporanei, di entità rilevante e segno opposto, che renderanno difficile la valutazione del trend sottostante del mercato del lavoro. La previsione è di un calo di occupati di -70 mila unità, dovuto in gran parte agli effetti del clima avverso di….

 febbraio, che ha portato alla chiusura di uffici e attività per diversi giorni, soprattutto negli stati orientali. Un effetto di segno contrario si dovrebbe vedere sugli occupati del settore pubblico per via dell’accelerazione delle assunzioni di lavoratori temporanei per il censimento 2010, che dovrebbero cominciare a più che controbilanciare in modo massiccio la riduzione di organico a livello statale e locale. Il tasso di disoccupazione dovrebbe aumentare a 9,8%, dopo il sorprendente calo di gennaio, dovuto a un aumento degli occupati nell’indagine presso le famiglie che dovrebbe rientrare a febbraio. I salari orari dovrebbero essere in aumento in linea con il trend di 0,2% m/m. Le ore lavorate nel settore manifatturiero dovrebbero essere in aumento.

Ieri sui mercati

Reazioni contenute alla conferenza stampa di Trichet, che ha consolidato le aspettative già presenti nel mercato di un lungo periodo di tassi ufficiali stabili e di un semestre di liquidità abbondante. Il futures sull’Euribor 3 mesi per dicembre 2010 ha inizialmente perso terreno, ma in seguito è tornato a 2pb dall’apertura. Piccolo aumento per il Bund future. La reazione più vistosa è stata quella del cambio euro/dollaro, che è sceso da 1,3681 fino a 1,3549, per poi assestarsi fra 1,3560-1,3600. La sterlina, in ripresa fino a metà giornata, poi ha corretto tornando fra 1,500 e 1,505 dollari. Rimbalzo del dollaro/yen dai minimi di 88,10.

Area Euro

La seconda stima del PIL dell’area euro nei mesi finali del 2009 conferma una crescita quasi stagnante (0,1% t/t) ed ancora un calo pronunciato su base annua -2,1% a/a. Il commercio estero ha contribuito per 0,3% alla crescita trimestrale. La domanda interna ha sottratto uno 0,2% t/t. Rimane probabile una ripresa blanda quest’anno

Francia. La disoccupazione ha toccato il 10% a fine 2009, da un precedente 9,5%, il massimo da fine 1999. I disoccupati sono aumentati di 145 mila unità. È più che probabile che nei prossimi mesi si vedranno ulteriori tagli della forza lavoro, stando alle indicazioni dalle indagini congiunturali, anche se ad un ritmo più modesto che nella seconda parte del 2009.

Stati Uniti

La crescita della produttività nel 4° trimestre è stata rivista verso l’alto dalla prima stima di +6,2% t/t a +6,9% t/t. La revisione deriva da una crescita dell’output portata a 7,6% t/t da 7,2%, e da una riduzione della dinamica delle ore lavorate a +0,65 t/t da 1% t/t. I compensi per ora rallentano a +0,6% da +1,5% t/t.  Il costo del lavoro per unità di prodotto è stato rivisto verso il basso a -5,9% t/t da -4,4% t/t della prima stima.

I nuovi sussidi di disoccupazione scendono a 469mila nella settimana conclusa il 27 febbraio da 498 mila della settimana precedente. I sussidi esistenti scendono di 134mila unità a 4,5 milioni di unità nella settimana conclusa il 20 febbraio. I sussidi estesi con i programmi di emergenza aumentano complessivamente di 197mila unità a 5,880 milioni nella settimana conclusa il 13 febbraio.

Regno Unito

Bank of England. La BoE ha mantenuto il bank rate a 0,50% e ha lasciato invariati i termini dell’APF. Ma soprattutto nel comunicato si è semplicemente limitata a comunicare la decisione presa. Dettagli rinviati alla pubblicazione dei verbali, il 17 marzo.


Focus: BCE uscita più graduale del previsto, ma sentiero Eonia incerto da luglio

La principale novità alla riunione di marzo BCE è stata la decisione di mantenere il full allotment sulle operazioni di rifinanziamento ordinarie e sulle quelle mensili almeno fino al 12 ottobre 2010, nono periodo di mantenimento di riserva. A partire dal 28 aprile le operazioni di rifinanziamento a 3 mesi saranno condotte con il vecchio meccanismo d’asta a quantità prefissate ed a tasso variabile.

La decisione sul full allotment dovrebbe mantenere l’Eonia schiacciato sul corridoio nel breve termine. Cosa succederà all’Eonia allo scadere dei 442 miliardi di Euro immessi a giugno 2009 dipenderà in larga misura da quanti fondi le banche decideranno di rinnovare con le aste ordinarie e mensili.  È difficile anticipare i movimenti dell’Eonia in uscita da questa crisi, dal momento che probabilmente neanche la BCE sa quale riduzione dell’ eccesso di riserve riporterà l’Eonia verso la parte centrale del corridoio. Sebbene Trichet abbia reiterato, anche nella Conferenza stampa, che la decisione sulle misure non convenzionali è indipendente dalla decisione sui tassi ufficiali, ci sembra improbabile che la BCE possa intervenire sui tassi di policy prima che l’Eonia torni a scambiare stabilmente al refi. Del resto, le previsioni dello staff BCE giustificano tassi fermi per tutto il 2010 e un moderato ciclo


Certificazione degli analisti

Gli analisti finanziari che hanno predisposto la presente ricerca, i cui nomi e ruoli sono riportati nella prima pagina del documento dichiarano che:

  1. Le opinioni espresse sulle società citate nel documento riflettono accuratamente l’opinione personale, indipendente, equa ed equilibrata degli analisti;

  2. Non è stato e non verrà ricevuto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni espresse.

Comunicazioni importanti

La presente pubblicazione è stata redatta da Intesa Sanpaolo S.p.A. Le informazioni qui contenute sono state ricavate da fonti ritenute da Intesa Sanpaolo S.p.A. affidabili, ma non sono necessariamente complete, e l’accuratezza delle stesse non può essere in alcun modo garantita. La presente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, ed a titolo meramente indicativo, non costituendo pertanto la stessa in alcun modo una proposta di conclusione di contratto o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsiasi strumento finanziario. Il documento può essere riprodotto in tutto o in parte solo citando il nome Intesa Sanpaolo S.p.A.

La presente pubblicazione non si propone di sostituire il giudizio personale dei soggetti ai quali si rivolge. Intesa Sanpaolo S.p.A. E le rispettive controllate e/o qualsiasi altro soggetto ad esse collegato hanno la facoltà di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi materiale sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione della clientela. Intesa Sanpaolo S.p.A. e le rispettive controllate e/o qualsiasi altro soggetto ad esse collegato possono occasionalmente assumere posizioni lunghe o corte nei summenzionati prodotti finanziari.

NYSE Euronext announces dividend detachments on the following ETFs:

iShares – iShares AEX
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0392 EUR
Trading name: ISHARES AEX
Symbol: IAEX
ISIN: IE00B0M62Y33
Euronext code: IE00B0M62Y33

iShares – iShares DJ Asia/Pacific Select Dividend
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,1301 USD
Trading name: ISHARES AS PAC
Symbol: IAPD
ISIN: IE00B14X4T88
Euronext code: IE00B14X4T88

iShares – iShares DJ Euro STOXX Growth
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0495 EUR
Trading name: ISHARES ESTOXX GRO
Symbol: IDJG
ISIN: IE00B0M62V02
Euronext code: IE00B0M62V02

iShares – iShares DJ EuroSTOXX MidCap
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0862 EUR
Trading name: ISHARES DJ MIDCAP
Symbol: DJMC
ISIN: IE00B02KXL92
Euronext code: IE00B02KXL92

iShares – iShares DJ Euro STOXX Select Dividend
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0264 EUR
Trading name: ISHARES ESTOXX DIV
Symbol: IDVY
ISIN: IE00B0M62S72
Euronext code: IE00B0M62S72

iShares – iShares DJ EuroSTOXX SmallCap
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0211 EUR
Trading name: DJ EUROSTOXX SMALL
Symbol: DJSC
ISIN: IE00B02KXM00
Euronext code: IE00B02KXM00

iShares – iShares DJ Euro STOXX Value
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,1007 EUR
Trading name: ISHARES DJX VALUE
Symbol: IDJV
ISIN: IE00B0M62T89
Euronext code: IE00B0M62T89

iShares – iShares FTSE 100
Page 7 of 11
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0274 GBP
Trading name: FTSE 100 FUND
Symbol: ISFA
ISIN: IE0005042456
Euronext code: IE0005042456

iShares – iShares FTSE/EPRA European Property Index
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0035 EUR
Trading name: ISHARES PR EUR
Symbol: IPRP
ISIN: IE00B0M63284
Euronext code: IE00B0M63284

iShares – iShares MSCI AC Far East ex-Japan
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0432 USD
Trading name: ISHARES EAST EX-JP
Symbol: IFFF
ISIN: IE00B0M63730
Euronext code: IE00B0M63730

iShares – iShares MSCI Brazil
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,2743 USD
Trading name: ISHARES BRASIL
Symbol: IBZL
ISIN: IE00B0M63516
Euronext code: IE00B0M63516

iShares – iShares MSCI Emerging Markets
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0712 USD
Trading name: ISHARES EM MARKETS
Symbol: IEMM
ISIN: IE00B0M63177
Euronext code: IE00B0M63177

iShares – iShares MSCI Europe ex-UK
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,049 EUR
Trading name: ISHARES EUROP EXUK
Symbol: IEUX
ISIN: IE00B14X4N27
Euronext code: IE00B14X4N27

iShares – iShares MSCI Korea
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0568 USD
Trading name: ISHARES KOREA
Symbol: IKRA
ISIN: IE00B0M63391
Euronext code: IE00B0M63391

iShares – iShares MSCI North America
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0729 USD
Trading name: ISHARES N-AM
Symbol: INAA
ISIN: IE00B14X4M10
Euronext code: IE00B14X4M10

iShares – iShares MSCI World
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0772 USD
Trading name: ISHARES WORLD
Symbol: IWRD
ISIN: IE00B0M62Q58
Euronext code: IE00B0M62Q58

iShares – iShares SP 500
Ex date: 24/02/2010
Page 9 of 11
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,0363 USD
Trading name: ISHARES SP 500
Symbol: ISSP
ISIN: IE0031442068
Euronext code: IE0031442068

iShares – iShares Corporate Bond
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 1,1865 EUR
Trading name: ISHARE EUR CORP BD
Symbol: IBXLQ
ISIN: IE0032523478
Euronext code: IE0032523478

iShares – iShares Corporate Bond
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 1,3849 USD
Trading name: ISHARES USD CRP BD
Symbol: LQDA
ISIN: IE0032895942
Euronext code: NSCNL00LQDA9

iShares – iShares Treasury Bond 1-3
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 0,607 USD
Trading name: ISHARES T 1-3
Symbol: IBTS
ISIN: IE00B14X4S71
Euronext code: IE00B14X4S71

iShares – iShares Government Bond 1-3
Ex date: 24/02/2010
Record date: 26/02/2010
Payment date: 24/03/2010
Net dividend: 1,1216 EUR
Trading name: ISHARES E1-3
Symbol: IBGS
ISIN: IE00B14X4Q57
Euronext code: IE00B14X4Q57

 

Articoli Simili

UBP: Rischio di liquidità dei mercati del credito?

Falco64

Franklin Templeton Uno scacchiere a quattro dimensioni

Falco64

Eurizon Macro Mercati Dicembre 2019

Falco64