BondWorld.it
Image default

Flash: Francia. L’indice INSEE di fiducia presso le imprese manifatturiere è atteso migliorare

Da seguire: La Banca del Giappone non ha modificato il quadro della politica monetaria, ribadendo la sua valutazione che l’economia si sta riprendendo a passo moderato.


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


L’impegno di espandere la base monetaria di 60-70mila miliardi di yen all’anno è stato confermato all’unanimità. La banca centrale si attende che la ripresa continuerà, pur influenzata da “un aumento e da un successivo calo della domanda rispettivamente prima e dopo l’aumento dell’imposta sui consumi”.

Area Euro

Francia. L’indice INSEE di fiducia presso le imprese manifatturiere è atteso migliorare marginalmente a 99 a dicembre dopo essere rimasto stabile a 98 da due mesi. L’indice tornerebbe così in media di lungo periodo (99). Il settore industriale francese non riesce a superare la fase di debolezza nella quale continua a permanere da un anno a questa parte e i rischi di nuovi cali del morale sono possibili.

La fiducia dei consumatori (stima flash) dell’Eurozona a dicembre è attesa recuperare parte del calo del mese scorso salendo a -15,0 da -15,4. L’indice si sta muovendo su un trend di recupero da novembre 2012 ed è ormai tornato quasi in linea con la media di lungo termine (-13,3).

Nessuna asta in agenda, ma questa sera il Tesoro italiano comunicherà i dettagli dell’offerta di BOT e CTZ del 26/12. Secondo le nostre attese, si tratterà di 10 miliardi di BOT semestrali (ne scadono 9,2) e 3 miliardi di CTZ.

Stati Uniti

La stima finale del PIL del 3° trimestre dovrebbe confermare la variazione di 3,6% t/t ann. vista con la seconda stima.

Ieri sui mercati

S&P ha confermato il rating dell’Irlanda a BBB+/A-2 con outlook positivo, mentre ha tagliato il rating dell’Unione Europea ad AA+, con outlook stabile. La Spagna ha collocato oltre 2,5 miliardi di euro di titoli a medio lungo termine (scadenze 2018 e 2023), con rendimenti in lieve riduzione (attorno al 2,7% e 4,1% rispettivamente). Molto ordinata la reazione dei mercati all’annuncio Fed: i mercati azionari europei hanno chiuso in netto rialzo, l’aumento dei rendimenti europei è stato modesto e confinato alle scadenze lunghe e l’euro ha marginalmente esteso il suo calo verso 1,36.

Area Euro

Portogallo. Come si temeva, la corte costituzionale ha dichiarato incostituzionali i tagli alle pensioni del settore pubblico, con i quali il governo sperava di risparmiare nel 2014 380 milioni di euro.

Il parlamento di Cipro ha  approvato il budget 2014.

Stati Uniti

I nuovi sussidi di disoccupazione nella settimana conclusa il 19 dicembre aumentano a 379 mila da 368 mila della settimana precedente. Anche questa settimana, come quella precedente, i dati sono probabilmente distorti dalla difficoltà di correzione stagionale legata al periodo di festività fra Thanksgiving e fine anno. Pertanto la volatilità recente rende difficile estrarre dai dati informazioni affidabili sul trend sottostante del mercato del lavoro.

L’indice della Philadelphia Fed a dicembre sale a 7 da 6,5 di novembre. L’indagine è generalmente positiva, coerente con un’espansione moderata e migliore di quanto appaia dall’indice di attività. Gli ordini salgono a 15,4 da 11,8, le consegne a 13,3 da 5,6, gli occupati sono poco variati a 2,2 da 1,1 ma la settimana lavorativa sale a 6,8 da -8,6. Gli indici a 6 mesi restano su livelli elevati (indice di attività a 44 da 45,8 di novembre) e segnalano aspettative di proseguimento della ripresa nel 2014.

Le vendite di case esistenti a novembre correggono a 4,9  mln di unità ann. da 5,12 mln di ottobre, con correzioni sia per le unità monofamiliari, sia per quelle multifamiliari. Le vendite estendono il trend discendente iniziato a settembre dai picchi a 5,39 mln di luglio e agosto. Le scorte di case invendute sono a 5,1 mesi da 4,9 dei tre mesi precedenti. Le vendite da luglio sono state molto volatili per l’accumulo di contratti a ridosso della riunione della Fed di giugno, che aveva fatto presagire un rialzo dei tassi sui mutui; nell’autunno la correzione delle vendite segue la normalizzazione delle aspettative sulla curva dei rendimenti. Nei prossimi trimestri le vendite dovrebbero tornare su un moderato trend positivo.


Certificazione degli analisti

Gli analisti finanziari che hanno predisposto la presente ricerca,  dichiarano che: Le opinioni espresse sulle società citate nel documento riflettono accuratamente l’opinione personale, indipendente, equa ed equilibrata degli analisti; Non è stato e non verrà ricevuto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni espresse.

Comunicazioni importanti

La presente pubblicazione è stata redatta da Intesa Sanpaolo S.p.A. Le informazioni qui contenute sono state ricavate da fonti ritenute da Intesa Sanpaolo S.p.A. affidabili, ma non sono necessariamente complete, e l’accuratezza delle stesse non può essere in alcun modo garantita. La presente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, ed a titolo meramente indicativo, non costituendo pertanto la stessa in alcun modo una proposta di conclusione di contratto o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsiasi strumento finanziario. Il documento può essere riprodotto in tutto o in parte solo citando il nome Intesa Sanpaolo S.p.A.

La presente pubblicazione non si propone di sostituire il giudizio personale dei soggetti ai quali si rivolge. Intesa Sanpaolo S.p.A. E le rispettive controllate e/o qualsiasi altro soggetto ad esse collegato hanno la facoltà di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi materiale sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione della clientela. Intesa Sanpaolo S.p.A. e le rispettive controllate e/o qualsiasi altro soggetto ad esse collegato possono occasionalmente assumere posizioni lunghe o corte nei summenzionati prodotti finanziari.

Articoli Simili

Intesa SanPaolo Flash: – Italia. La produzione industriale è attesa correggere

Falco64

Intesa SanPaolo Flash: – Francia. La produzione industriale è attesa in correzione a settembre

Falco64

Intesa SanPaolo Flash: – Germania. La produzione industriale è avanzata meno della nostra previsione.

1admin