BondWorld.it
Image default

Focus: BCE – ancora in attesa sui tassi, ma ci sono dettagli tecnici da definire

Il prossimo giovedì non ci aspettiamo alcuna novità nella comunicazione BCE sui tassi…..

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostre Newsletter gratuite .Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


 

A cura di Intesa Sanpaolo S.p.A.

Vi è stato un coro di voci dal Consiglio BCE per mantenere la guidance sui tassi nella formulazione attuale.

Più di un membro ha indicato che la discussione sui tassi inizierà nei primi mesi del 20191.

Rimaniamo dell’idea che il ciclo di rialzi potrebbe essere più aggressivo di quanto non sconti il mercato: 3 rialzi per fine 2020, ma l’evoluzione dei dati rimane chiave.

…e sui riacquisti. E’ possibile che la BCE, come fece la FED2, nel discutere la normalizzazione dei tassi di interesse discuta anche come alterare la guidance sui riacquisti ed in particolare come dettagliare il riferimento ad un periodo esteso di tempo. Non è escluso che la BCE possa voler rendere le modalità di intervento più flessibili, ma un’operazione twist non ci sembra giustificabile nelle attuali condizioni di mercato.

Il Consiglio vorrà tuttavia fornire indicazioni su come intende condurre le aste di rifinanziamento dal 2020.

Il regime di full allotment resterà in piedi anche dopo il 2019? In passato la BCE ha comunicato con largo anticipo estensioni ai meccanismi di assegnazione della liquidità nelle aste.

La modalità con cui vengono condotte le operazioni di rifinanziamento ha implicazioni per il controllo del corridoio dei tassi da parte della Banca Centrale.

La scadenza delle TLTRO II si avvicina.

Ma non ci aspettiamo novità a breve anche se non escludiamo che per marzo prossimo la BCE possa annunciare un’ultima asta ponte della durata di due anni.

Non mancheranno domande sul se e come la BCE potrebbe gestire un’eventuale crisi di liquidità in un paese membro.

Draghi è stato chiaro dai meeting del FMI il meccanismo sono le OMT, outright market transactions , in teoria uno strumento potente, ma finora non testato.


Disclaimer

Il presente documento è stato preparato da Intesa Sanpaolo S.p.A. e distribuito da Banca IMI S.p.A. Milano, Banca IMI SpA-London Branch (membro del London Stock Exchange) e da Banca IMI Securities Corp (membro del NYSE e del FINRA). Intesa Sanpaolo S.p.A. si assume la piena responsabilità dei contenuti del documento. Inoltre, Intesa Sanpaolo S.p.A. si riserva il diritto di distribuire il presente documento ai propri clienti. Banca IMI S.p.A. e Intesa Sanpaolo S.p.A. sono entrambe società del Gruppo Intesa Sanpaolo. Intesa Sanpaolo S.p.A. e Banca IMI S.p.A. sono entrambe banche autorizzate dalla Banca d’Italia ed entrambe sono regolate dall’FCA per lo svolgimento dell’attività di investimento nel Regno Unito e dalla SEC per lo svolgimento dell’attività di investimento negli Stati Uniti. 

Le opinioni e stime contenute nel presente documento sono formulate con esclusivo riferimento alla data di redazione del documento e potranno essere oggetto di qualsiasi modifica senza alcun obbligo di comunicare tali modifiche a coloro ai quali tale documento sia stato in precedenza distribuito. Le informazioni e le opinioni si basano su fonti ritenute affidabili, tuttavia nessuna dichiarazione o garanzia è fornita relativamente all’accuratezza o correttezza delle stesse. 

Le performance passate non costituiscono garanzia di risultati futuri. 

Gli investimenti e le strategie discusse nel presente documento potrebbero non essere adatte a tutti gli investitori. In caso di dubbi, suggeriamo di consultare il proprio consulente d’investimento. 

Lo scopo del presente documento è esclusivamente informativo. In particolare, il presente documento non è, né intende costituire, né potrà essere interpretato, come un documento d’offerta di vendita o sottoscrizione di alcun tipo di strumento finanziario. Inoltre, non deve sostituire il giudizio proprio di chi lo riceve. 

Né Intesa Sanpaolo S.p.A. né Banca IMI S.p.A. assume alcun tipo di responsabilità derivante da danni diretti, conseguenti o indiretti determinati dall’utilizzo del materiale contenuto nel presente documento.  

Articoli Simili

Focus Stati Uniti – FOMC: riunione interlocutoria, in attesa del prossimo rialzo

Falco64

Fine della visibilità sulla Fed

1admin

Riunione BCE del 13 settembre 2018

1admin