BondWorld.it
FRANCIA_NOTREDAME 2

Francia. La fiducia delle imprese rimbalzata a 94 in marzo

Da seguire: Area Euro: – Francia. La fiducia delle imprese rimbalzata a 94 in marzo dopo due mesi di stagnazione. Se i  progressi sono netti nel manifatturiero, si registra un calo nei servizi e nel commercio al dettaglio e l’indice composito…

è stabile a 91.

– Belgio. L’indice di fiducia della Banca del Belgio è visto stabile a -7 a marzo. L’indice sintetico è tornato ormai in linea con la media di lungo termine. Si potrebbe verificare un ulteriore recupero per il manifatturiero, mentre dovrebbe rimanere debole l’attività economica nelle costruzioni e nel commercio al dettaglio.

Stati Uniti

– Le vendite di case esistenti a febbraio sono attese in aumento a 5,1 milioni di unità ann., dopo due ampi cali registrati a gennaio (-7,2% m/m) e dicembre (-16,8% m/m). La serie è inquinata dagli effetti dello stimolo fiscale alle vendite che aveva gonfiato i dati di novembre, quando dovevano finire gli incentivi poi prorogati fino ad aprile. I contratti di compravendita sono rimasti in calo nei primi mesi dell’anno, ma non hanno segnato il crollo visto con i dati delle vendite.

Ieri sui mercati:

La Germania continua a frenare sull’ipotesi di chiarire già al prossimo consiglio europeo i contenuti dell’ipotetico piano finanziario di aiuti alla Grecia, rilanciata ieri da Barroso, nascondendosi un po’ ipocritamente dietro l’assenza di richieste formali di aiuto da parte del governo ellenico. Secondo il Sole 24 Ore, 14 paesi su 16 sostengono la Commissione Europea, mentre la Germania e forse la Finlandia sono contrarie a intervenire se non di fronte a un rischio di imminente insolvenza. I mercati sembrano ormai rassegnati all’idea che non vi saranno passi avanti nei prossimi giorni: lo spread decennale GGB-Bund si è allargato ieri a 338pb, contro i 300pb del 17/3. Le ripercussioni si estendono però anche agli altri periferici: lo spread Btp-Bund sulla medesima scadenza è salito a 87pb. Il rendimento del Bund decennale è calato sotto 3,10%, chiudendo a 3,07%. Rendimenti dei titoli di stato in calo anche sui mercati americani. Il Governatore della Banca Nazionale Svizzera ripete che le autorità monetarie contrasteranno con decisione eccessivi apprezzamenti del franco.

Area euro

Nel suo intervento al Parlamento Europeo, Trichet ha ricordato che l’esclusione di un paese dall’Eurozona è un’ipotesi “assurda e impossibile dal punto di vista legale”. Il presidente della BCE ha anche confermato quanto già emerso nei giorni scorsi, cioè che la BCE è pronta a rinviare la restrizione dei criteri di ammissione delle garanzie, anche se “l’opzione operativa è che non avremo difficoltà in tal senso […] perché non ci sarà un declassamento della Grecia”. Altri membri del consiglio direttivo hanno ipotizzato una revisione radicale dei criteri di ammissione, estendendo l’applicazione del margine di garanzia. A suo giudizio, in questo momento non è necessaria ulteriore assistenza alla Grecia, ma la BCE non è contraria all’accensione di prestiti condizionati e bilaterali da parte di altri Stati della zona euro a fronte di una minaccia seria e immediata al paese e alla stabilità finanziaria della zona euro. Come il Governo tedesco, Trichet è invece contrario all’ipotesi che la Grecia possa attingere ad eventuali linee di credito soltanto per ridurre il costo del debito.

Stati Uniti

L’indice di attività della Chicago Fed (CFNAI) a febbraio è sceso a -0,64 da -0,04 di gennaio (rivisto da 0,02). La media mobile a 3 mesi scende a -0,39 da -0,13 del mese precedente. I dati confermano la fragilità della ripresa.

Bullard (St Louis Fed) ha detto che il mercato del lavoro sta per svoltare. Bullard prevede dati “forti” per marzo e “alcuni buoni mesi” di rapporti sul mercato del lavoro in arrivo “molto molto presto”. Bullard ha ripetuto il proprio disagio nei confronti dell’utilizzo del riferimento al “periodo esteso”. Evans (Chicago Fed) ha detto che la situazione del mercato del lavoro rimane drammatica e l’obiettivo deve essere riportare il tasso di disoccupazione verso il 5%. Secondo Lockhart l’utilizzo del riferimento al periodo esteso ha un significato importante per i mercati e andrebbe mantenuto fino a quando non diventa chiaro che ci si sta muovendo effettivamente verso la svolta.


Certificazione degli analisti

Gli analisti finanziari che hanno predisposto la presente ricerca, i cui nomi e ruoli sono riportati nella prima pagina del documento dichiarano che:

  1. Le opinioni espresse sulle società citate nel documento riflettono accuratamente l’opinione personale, indipendente, equa ed equilibrata degli analisti;

  2. Non è stato e non verrà ricevuto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni espresse.

Comunicazioni importanti

La presente pubblicazione è stata redatta da Intesa Sanpaolo S.p.A. Le informazioni qui contenute sono state ricavate da fonti ritenute da Intesa Sanpaolo S.p.A. affidabili, ma non sono necessariamente complete, e l’accuratezza delle stesse non può essere in alcun modo garantita. La presente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, ed a titolo meramente indicativo, non costituendo pertanto la stessa in alcun modo una proposta di conclusione di contratto o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsiasi strumento finanziario. Il documento può essere riprodotto in tutto o in parte solo citando il nome Intesa Sanpaolo S.p.A.

La presente pubblicazione non si propone di sostituire il giudizio personale dei soggetti ai quali si rivolge. Intesa Sanpaolo S.p.A. E le rispettive controllate e/o qualsiasi altro soggetto ad esse collegato hanno la facoltà di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi materiale sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione della clientela. Intesa Sanpaolo S.p.A. e le rispettive controllate e/o qualsiasi altro soggetto ad esse collegato possono occasionalmente assumere posizioni lunghe o corte nei summenzionati prodotti finanziari.

Articoli Simili

Hermes IM: giocare in difesa sul mercato del credito globale

Falco64

La Financière de l’Echiquier Effetti speciali d’Oltremanica

Falco64

DPAM : Le nuove classifiche di sostenibilità

Falco64