BondWorld.it

Il Credito Valtellinese emette un Social Bond a favore della Fondazione Caritas “Solidarietà e servizio” ONLUS

Lo 0.50% del valore nominale collocato delle obbligazioni andrà a beneficio del “Fondo dona lavoro”, progetto con cui la  Fondazione….

 


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Caritas “Solidarietà e Servizio” ONLUS mette a disposizione delle Parrocchie della Diocesi di Como fondi per sostenere famiglie e persone che hanno perso il lavoro o che non dispongono di redditi adeguati. I titoli saranno in collocamento presso le filiali del Credito Valtellinese dall’ 11 dicembre 2014 al 16 gennaio 2015.


 

Il Credito Valtellinese annuncia l’emissione del prestito obbligazionario sociale (Social Bond)  Creval Social Bond per Fondazione Caritas “Solidarietà e Servizio” ONLUS per un ammontare complessivo di 5 milioni di euro. Lo 0,50% del valore nominale collocato del prestito obbligazionario sarà devoluto a titolo di liberalità dal Credito Valtellinese alla Fondazione Caritas “Solidarietà e Servizio” Onlus della Diocesi di Como per sostenere il Fondo Dona Lavoro; la nuova iniziativa pensata per rafforzare l’attività di solidarietà verso chi si trova in difficoltà, non solo intervenendo in un’ottica assistenziale, ma anche proponendo attività lavorative utili per la comunità.
 
Le somme raccolte dal Fondo Dona Lavoro saranno messe a disposizione delle Parrocchie della Diocesi di Como affinché possano sostenere famiglie e persone che hanno perso il lavoro o che non dispongono di redditi adeguati trasformandole in ore di lavoro. Il sostegno si concretizzerà mediante la richiesta da parte delle Parrocchie di prestazioni lavorative occasionali (quali ad esempio l’imbiancatura di alcuni locali, piccoli lavori di manutenzione, ecc.) che saranno retribuite mediante i buoni lavoro (voucher) dell’INPS.
 
L’importo corrisposto da Credito Valtellinese, in caso di collocamento dell’intero ammontare del Social Bond, garantirebbe la copertura di 2.500 ore di lavoro.
 
Le obbligazioni, emesse da Credito Valtellinese, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 10.000 euro, durata 3 anni, cedola semestrale, tasso step-up (1° anno 1,00% – 2° anno 1,10% – 3° anno 1,30%) e possono essere sottoscritte dal 11 dicembre 2014 al 16 gennaio 2015, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta.
 
È possibile, inoltre, sostenere direttamente il Fondo Dona Lavoro effettuando una donazione mediante un bonifico bancario sul conto corrente (Credito Valtellinese – IBAN ITIT47 Y 05216 10900 0000 0001 1500).
 
“In un momento così difficile per tante famiglie, il Creval con la collaborazione della Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio ONLUS vuole dare un sostegno concreto alle persone che hanno perso il lavoro. La crisi economica, la disoccupazione, la precarizzazione delle situazioni di lavoro e la contrazione dei consumi, hanno esposto, infatti, sempre più individui ad una condizione di vulnerabilità e povertà.” ha dichiarato Miro Fiordi Amministratore Delegato Credito Valtellinese.  
 
Roberto Bernasconi, Direttore della Caritas diocesana di Como e Vice Presidente della Fondazione “Solidarietà e Servizio” Onlus – ha dichiarato: “Nel 2009, quando ormai si mostrò con chiarezza l’affermarsi di una situazione di fatica per decine di persone a causa della crisi economica e occupazionale, la Diocesi di Como fu tra le prime a proporre, sulla scorta di quanto stava avvenendo anche in altre realtà italiane, un  “Fondo di Solidarietà” che scegliemmo di chiamare “Famiglia-Lavoro”, perché fosse evidente che la nostra prima preoccupazione erano e sono le “famiglie”. In questi cinque anni sono oltre mille i nuclei familiari sostenuti (per un ammontare che supera il milione di euro). La geografia della crisi ci dice che, purtroppo, nessun lembo del nostro territorio diocesano, dalle Valli Varesine all’Alta Valtellina, passando per la Bassa Comasca, le Prealpi, le città, il lago e la Valchiavenna, è stata risparmiata. E soffrono tutti: italiani e migranti. Il fondo di solidarietà ha fatto nascere una rete di attenzione, sensibilità e sostegno: abbiamo ricevuto molte donazioni da persone che non ci hanno dato il “di più”, ma hanno condiviso le proprie sostanze. Sono forme di aiuto importanti, espressione di rispetto e sobrietà. Ora, grazie all’iniziativa che presentiamo oggi, riusciamo a fare un passo in avanti, che non si sovrappone e non esaurisce il “Fondo Famiglia-Lavoro” ma ad esso si affianca. Sebbene gli esperti continuino a ripeterci che stiamo uscendo dalla crisi, sappiamo tutti che sarà molto difficile riacquistare, in breve tempo, i livelli occupazionali precedenti al 2008. Nel nostro piccolo, grazie alle sinergie positive con le imprese sane del territorio e la collaborazione fattiva con le parrocchie (che saranno le nostre referenti privilegiate), vorremmo dare la possibilità di ritrovare un lavoro: per tutelare la dignità delle persone, valorizzare le competenze e non disperdere il patrimonio prezioso delle risorse umane e delle capacità di ciascuno.”
 
L’emissione dei Creval Social Bond si inserisce tra le iniziative che il Gruppo bancario Credito Valtellinese già dedica al mondo del Non Profit: oltre 600 iniziative sostenute ogni anno e particolari agevolazioni sui prodotti e i servizi offerti alle 5.000 ONLUS e Associazioni già clienti che operano nel campo dell’assistenza sanitaria, della promozione culturale, dello sport dilettantistico attraverso il  Conto Non Profit,  conto corrente a canone zero con particolari agevolazioni per i bonifici e la totale gratuità delle spese di tenuta.

Fonte: BONDWorld.it

Articoli Simili

Societe Generale: Collocamento di una nuova obbligazione

Falco64

Goldman Sachs lancia un bond inverse floater in dollari USA

Falco64

Societe Generale: Parte il collocamento in Italia di una nuova obbligazione

Falco64