BondWorld.it
Bussola il punto

Il Punto : FOMC una nuova forward guidance

Il Punto : FOMC – In arrivo a breve una nuova forward guidance per il programma di acquisto titoli, “ben coordinata” con quella sui tassi, mentre eventuali modifiche in direzione espansiva per ora possono attendere.

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


I verbali della riunione del FOMC di novembre, come atteso, hanno fornito informazioni su due temi relativi al programma di acquisti della Fed: una nuova forward guidance e possibili modalità di espansione del programma, in caso si rendessero necessarie.

– La discussione su come fornire maggiori informazioni per il programma di acquisto di titoli in relazione all’andamento dell’economia segnala la volontà di allineare la forward guidance sui due strumenti attualmente in uso (tassi e acquisti). Il dibattito potrebbe essere interpretato come modestamente “hawkish”, nel senso che discute le modalità per incanalare un futuro ridimensionamento del programma di acquisti.

“Molti partecipanti” ritengono che il Comitato potrebbe volere rafforzare la guidance per gli acquisti di titoli “piuttosto presto”, indicando che probabilmente modifiche in tal senso potrebbero arrivare già alla riunione di dicembre e che la guidance sui due strumenti dovrà essere “ben coordinata”. “Alcuni” partecipanti invece erano più dubbiosi sull’introduzione di novità, in una fase ancora molto incerta per l’economia e la pandemia. La nuova guidance potrebbe collegare il ritmo di acquisti all’evoluzione della pandemia e/o all’avvicinamento alle condizioni del mercato del lavoro e dell’inflazione delineate nella guidance sui tassi.

– Il secondo tema collegato agli acquisti discusso a novembre riguarda la possibile espansione dell’attuale ritmo di incremento del bilancio, che ora è sostenuto da acquisti mensili di Treasury per 80 mld e MBS e CMBS per 40 mld. Lo staff ha presentato diverse opzioni per aumentare lo stimolo monetario attraverso il programma di acquisti, fra cui l’allungamento della durata dei Treasury acquistati, l’aumento delle quantità in acquisto e l’estensione della vita del programma alle condizioni attuali di quantità e composizione.

Un’altra alternativa proposta riguarda la possibilità di aumentare la quantità di acquisti sul tratto lungo delle scadenze, riducendo al tempo stesso le quantità totali acquistate, ma i partecipanti non l’hanno considerata interessante dato che potrebbe confondere il pubblico, facendo prevalere il messaggio della riduzione degli acquisti su quello dell’allungamento delle scadenze.

Il Comitato a novembre non ha espresso una visione chiara su quale di queste alternative potrebbe essere adottata in caso di necessità di maggiore stimolo. I partecipanti, pur non ritenendo necessari aggiustamenti immediati, concordavano sul fatto che “le circostanze potrebbero cambiare in modo da giustificare tali aggiustamenti”.

In ogni caso, un cambiamento del programma in direzione espansiva non sembra imminente: “molti” partecipanti ritengono che una modifica in tal senso non sia necessaria “immediatamente”, “alcuni” sono preoccupati che gli acquisti di MBS stiano spingendo eccessivamente al rialzo i prezzi delle case e diversi pensano che l’efficacia degli acquisti possa essere limitata nell’attuale contesto di rendimenti già molto bassi.

In conclusione, sembra probabile che alla riunione di dicembre il FOMC annunci una forward guidance per gli acquisti in linea con quella per i tassi, cioè collegata all’evoluzione delle condizioni economiche per il mercato del lavoro e l’inflazione. Al momento, appare altrettanto probabile che non venga modificato il programma di acquisti in senso espansivo, anche se il Comitato rimane pronto a intervenire in caso di necessità.

Nonostante il forte aumento dei nuovi contagi, per ora tutti gli indicatori di attività restano in territorio ampiamente espansivo: un eventuale rallentamento della crescita, collegato alla pandemia, potrebbe arrivare fra dicembre e inizio 2021, quando però potrebbe essere annunciato anche un nuovo pacchetto fiscale.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Il Punto : Probabile contrazione PIL dell’Eurozona

Redazione

Il Punto : Efficacia dei vaccini

Redazione

Il Punto : Allentamento della politica monetaria

Redazione