BondWorld.it
11 PENNE

Il Punto sui mercati: il mercato europeo guarda con interesse alle prossime elezioni tedesche

In attesa delle dichiarazioni del FOMC che serviranno a chiarire le tempistiche del tapering, il mercato europeo guarda con interesse alle prossime elezioni tedesche….

Dato per scontato che Angela Merkel uscirà vincitrice, anzi trionfatrice alle elezioni di domenica 22, c’è da attendersi la riproposizione del medesimo copione di questi ultimi anni, forse con la variabile di una coalizione tra popolari e socialdemocratici (vista l’inconsistenza dei liberali), che però non dovrebbe mutare signifi cativamente la politica tedesca in fatto di rigore e riforme. In altri termini, chi ha puntato su un ridimensionamento della Cancelliera e su una virata di Berlino verso le parole d’ordine “italiane” (Eurobond, più tolleranza verso i paesi mediterranei, allentamento dei vincoli di bilancio) potrebbe restare deluso.
L’attenzione si mantiene sempre alta sui Periferici. In Spagna nell’occhio del ciclone c’è sempre il settore bancario, con la quarta missione della troika UE-FMI-BCE incaricata di valutare il programma di salvataggio delle banche. I tecnici esamineranno i dettagli degli interventi, un piano del valore massimo di 100 miliardi di euro inserito in una linea di credito autorizzata nel luglio 2012 in scadenza il prossimo dicembre. Di questa somma fi no ad oggi la Banca centrale spagnola ha utilizzato 61,36 miliardi.
La stessa troika è poi attesa a Lisbona per effettuare la nona valutazione sull’attuazione delle condizioni del programma di assistenza economica e fi nanziaria, il pacchetto da 78 mld di euro varato dall’UE per evitare il default del Portogallo. La missione, inizialmente programmata per lo scorso luglio, era slittata a causa della crisi politica interna.
In Italia tengono banco i rischi dell’instabilità politica che iniziano a preoccupare i vertici dell’Eurogruppo. Nell’ultima riunione di Vilnius, sia Jeroen Dijsselbloem, presidente dell’assise formata dai ministri delle Finanze della zona euro, che il commissario UE agli Affari economici Olli Rehn, hanno posto l’attenzione proprio sui possibili risvolti che potrebbero interessare l’UE qualora le turbolenze di politica interna dovessero portare ad un rallentamento degli impegni presi.
Sul fronte dei rendimenti continuano a muoversi in forte controtendenza rispetto al passato, le curve low-yield. In un quadro dove si registra un generalizzato aumento degli yield, in particolare il decennale tedesco sale a quota 1,936%, segnando un saldo bisettimanale di +23 punti base. Sul fronte italiano, il quinquennale si attesta al 3,29% dai precedenti 3,09% mentre il decennale sale al 4,45% in rialzo di 20 punti base. In sostanziale pareggio pertanto lo spread di rendimento tra il BTP decennale e il Bund tedesco che si mantiene stabile intorno a quota 250 punti base.

Fonte: RBS

 

Normal 0 14 MicrosoftInternetExplorer4

Articoli Simili

BlueBay: la ‘nuova normalità’ spingerà a rivalutare l’approccio long/short

Redazione

BlueBay: Riccioli d’Oro e i tre vaccini

Redazione

TCW: High Yield, un’asset class rivoluzionata dalla pandemia e ricca di opportunità

Redazione