BondWorld.it
Intesa SanPaolo Falsh Macro Daily

Intesa Sanpaolo: Area euro aggiornamento proiezioni macroeconomiche

Intesa Sanpaolo – Area  euro.  La Commissione  Europea ha  pubblicato  l’aggiornamento  estivo  delle proiezioni macroeconomiche, …

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


che include un taglio della stima di variazione del PIL per l’eurozona, da -7,7%  a -8,7%  nel  2020  e  da  6,3 a 6,1%  nel  2021.  La  proiezione  per l’inflazione ha subito una marginale  revisione  al  rialzo  a  0,3%,  che  riflette  essenzialmente  il  rimbalzo  delle  quotazioni petrolifere  già  avvenuto.

Il  taglio  delle  stime  di  crescita  riflette  una  valutazione  più  negativa dell’impatto  su  Francia,  Spagna  e  Italia,  per  le  quali  ora  la  Commissione  prevede  una contrazione a due cifre, e sul Belgio. Al contrario, la stima per la Germania è stata rivista al rialzo da -6,5 a -6,3%.

Relativamente al secondo trimestre 2020, la Commissione stima in -13,6%  t/t la contrazione   del   PIL   (Germania: -9,7%,   Francia: -16,8%,   Italia: -15,8%,   Spagna: -16,9%).L’aggiornamento estivo non include previsioni sui conti pubblici.

Germania. L’indice  settimanale  di  attività della  Bundesbank  è  risalito  a -3,8% nella  settimana 29/6-5/7, dalprecedente -4,9%.

Ciò è coerente con un tasso di contrazione del PIL di circa -4% su  base  trimestrale,  in  netto  miglioramento  rispetto  al -7% che l’indice segnalaper  il  secondo trimestre.

BCE.  Intervistata  da NRC  Handelsblad, Isabel  Schnabel ha riconosciuto che “i bassi  tassi  di interesse hanno un forte impatto sui fondi pensione e sui risparmi”, ma ha ribadito che “è un’idea sbagliata pensare che la banca centrale possa determinare i tassi di interesse da sola”.

I fattori fondamentali dietro il basso livello dei tassi sono la demografia e la bassa produttività; perciò, i fondi pensione devono adattare le proprie strategie, “passando da benefici definiti a schemi a contribuzione definita e modificando la struttura dei portafogli di investimento”.

Schnabel ha poi commentato  che  il  miglioramento  dei  dati  suggerisce  che “la recessione potrebbe rivelarsi meno intensa delle attese”, e che l’incertezza riguarda ora la velocità della ripresa.

Riguardo alla posizione olandese sul piano per la ripresa, “Il governo olandese potrebbe voler riconsiderare la sua posizione, non solo per solidarietà, ma anche per interesse”; infatti. “è molto improbabile che l’economia olandese prosperise gran parte dell’Europa è ancora in difficoltà”, e “se la maggior parte del fondo è costituita da prestiti, ciò potrebbe creare uno balzo del debito pubblico dopo la crisi”, aumentando i problemi.

Italia. A maggio, le vendite al dettagliohanno messo a segno un rimbalzo di +24,3% rispetto al mese precedente, ma restano in calo di -10,5% su base annua. Le vendite di non alimentari fanno segnare un +66,3% m/m ma un -20,4% a/a.

Gli unici gruppi di prodotti non alimentaria salvarsi dal  calo tendenziale  sono  dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+12,4%) e utensileria per la casa e ferramenta (+5,6%), mentre i comparti più colpiti sono abbigliamento e pellicceria  (-38,1%), foto-ottica  e  pellicole,  supporti  magnetici,  strumenti  musicali  (-37,4%)  e calzature,  articoli  in  cuoio  e  da  viaggio  (-34,8%).Ci  aspettiamo  un  ulteriore  recupero  su  base congiunturale  in  giugno,  che  però  lascerà  le  vendite  ancora  in  territorio  negativo  in  termini tendenziali.

Stati Uniti

– Contagi  2993760, nuovi contagi 45000, decessi 131457, guarigioni 936476 (Fonte: JHU).

– I nuovi contagisono in aumento in 37 stati negli ultimi 14 giorni, stabili in 9 stati e in calo in 2 stati (fonte: NYT). L’accelerazione dei nuovi casi rimane particolarmente marcata in Florida, Texas,  Arizona,  California  e  in  diversi  stati  meridionali,  con  una  continua  riduzione  della disponibilità di letti ospedalieri (già esauriti in molte contee in Florida).

In molti stati prosegue l’inversione del processo di riapertura delle attività aggregative. I dati della mobilità diffusi da Google  mostrano  un  calo  negli  stati  più  colpiti  (Texas,  California,  Florida,  Arizona,  North  e South Carolina, Georgia, Alabama).

– L’amministrazione Trump ha comunicato alle Nazioni Unite che gli Stati Uniti intendono usciredalla World Health Organization a partire da luglio 2021, citando un bias a favore della Cina nella gestione della pandemia. Gli USA nel 2019 hanno contribuito circa 553 mln di dollari su un budget biennale della WHO di circa 6 mld.

Non è chiaro se l’amministrazione possa uscire dall’organizzazione senza un voto del Congresso. Bidenha dichiarato che, se eletto, riporterà gli USA all’interno della WHO.

– Quarles (vice-presidente  Fed  per  la  regolamentazione  finanziaria)  ha  affermato  che  la pandemia creerà ulteriori sfide per il sistema finanziario. Con il peggioramento del mercato del lavoro e l’aumento della disoccupazione, seguirà un incremento dei non performing loan e la  necessità  di  accantonamenti per far  fronte a  perdite su crediti causate dal fallimento dei  debitori. 

Quarles  ha  sottolineato  che,  nonostante  le  indicazioni  di  rapido rimbalzo dell’attività, “il sentiero della ripresa rimane ampiamente incerto”.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo: Germania gli ordini all’industria sono cresciuti

Redazione

Intesa Sanpaolo: Area euro disoccupazione è prevista in crescita

Redazione

Intesa Sanpaolo: Area euro PMI servizi dovrebbe confermare il calo

Redazione