BondWorld.it
Intesa SanPaolo Falsh Macro Daily

Intesa Sanpaolo : Area Euro in agenda indice di fiducia dei consumatori

Intesa Sanpaolo – Nell’area euro oggi è in agenda l’indice di fiducia dei consumatori della Commissione Europea di ottobre, atteso correggere a -5,5 da -4,0 precedente.

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


In Francia, l’INSEE comunicherà il dato relativo alla fiducia delle imprese manifatturiere sempre relativo a ottobre, visto calare a 101 punti da 106 di settembre.

Ieri i dati finali sull’inflazione nell’area euro hanno confermato l’accelerazione della prima lettura: 3,4% a/a e 0,5% m/m in settembre. La variazione tendenziale è la più alta dal settembre 2008. La componente energetica spiega direttamente circa metà dell’inflazione osservata, ma il rialzo del mese scorso riflette anche un effetto-riaperture nei servizi. L’indice sottostante (al netto di alimentari freschi ed energia) ha accelerato da 1,6% a 1,9% a/a. In Italia, la produzione nelle costruzioni è rimbalzata di +1,4% m/m ad agosto dopo la flessione di –0,8% m/m a luglio, lasciando l’output nel settore in rotta per una sostanziale stagnazione nel trimestre estivo. Dopo due trimestri di solida espansione, l’edilizia sta rallentando la sua corsa, ma il trend rimane espansivo.

Dal fronte BCE, ieri è arrivata la notizia delle dimissioni del governatore della Deutsche Bundesbank, Jens Weidmann, con decorrenza da fine 2021. Nella lettera allo staff, Weidmann indica come successo della banca centrale l’avere impedito che la revisione della strategia includesse un overshooting dell’obiettivo di inflazione. Il successore di Weidmann sarà nominato dal nuovo governo.

– Negli Stati Uniti, oggi l’indice della Philadelphia Fed di ottobre dovrebbe correggere a 25 da 30,7, segnalando espansione su ritmi modestamente inferiori rispetto a settembre per via di colli di bottiglia all’offerta e prezzi in rialzo. Le vendite di case esistenti di settembre sono previste in crescita e le richieste di sussidi di disoccupazione di metà ottobre dovrebbero mantenersi sui minimi da marzo 2020. Dalla Fed, Waller dovrebbe confermare il probabile inizio del tapering a novembre e l’impegno della banca centrale a reagire in caso di inflazione persistentemente elevata. Sul fronte della politica fiscale, il pacchetto redistributivo in discussione in Congresso sta mutando per ottenere i voti di due senatori democratici moderati: le misure dovrebbero essere ridotte a non più di 2 tln di dollari (da 3,5 tln) e il loro finanziamento escluderebbe il rialzo dell’aliquota massima dell’imposta sul reddito.

Ieri, Quarles del Board Fed ha detto che il rialzo dell’inflazione dovrebbe essere transitorio, ma in caso di persistenza di inflazione elevata la Fed dovrebbe rivedere il sentiero atteso dei tassi, segnalando, dopo Brainard e Clarida, che le preoccupazioni per i rischi sui prezzi sono condivise anche dai membri del Board. Mester della Cleveland Fed ha però sottolineato che la svolta dei tassi non è in arrivo a breve. Il Beige Book ha riportato crescita moderata ma in rallentamento per via di strozzature all’offerta, carenza di manodopera e incertezza sull’evoluzione della pandemia. La dinamica occupazionale è vincolata da mancanza di lavoratori, nonostante aumenti salariali “robusti” e i prezzi sono considerati “significativamente elevati”. Le imprese restano ottimiste sul futuro, ma preoccupate per l’incertezza e la durata dei colli di bottiglia all’offerta.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo : Germania le vendite al dettaglio di ottobre sono calate di -0,3% m/m

Redazione

Intesa Sanpaolo : Area euro il calendario macroeconomico si presenta ricco di dati

Redazione

Intesa Sanpaolo : Nuova variante omicron del SARS-CoV2

Redazione