BondWorld.it
Intesa SanPaolo Indice ISM

Intesa Sanpaolo: Area euro l’inflazione è rimasta ferma

Intesa Sanpaolo – Area euro. La seconda lettura dovrebbe confermare che ad agosto l’inflazione nell’eurozona è rimasta ferma all’1,0%. Sul mese la variazione dovrebbe essere stata pari………

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


a +0,2% m/m, dopo il -0,5% m/m di luglio. L’indice sottostante nella misura preferita dalla BCE (al netto di alimentari ed energia) dovrebbe essere confermato anch’esso a 0,9%, stabile rispetto al mese precedente.

– Stati Uniti. I nuovi cantieri residenziali dovrebbero rimbalzare ad agosto, salendo a 1,280 mln di unità ann., dopo il calo di -4% m/m (a 1,191 mln) visto a luglio, segnando la prima variazione positiva dopo tre contrazioni consecutive. A

l di là della volatilità recente, in gran parte dovuta alle unità multifamiliari, il trend delle costruzioni residenziali è moderatamente positivo da inizio anno, sulla scia del calo dei tassi sui mutui.

Le licenze sono previste in rialzo a 1,325 mln da 1,317 mln di luglio, con indicazioni positive per le costruzioni residenziali.

– Stati Uniti. La riunione del FOMC dovrebbe concludersi con un taglio dell’intervallo obiettivo per il tasso sui fed funds a 1,75%-2% (con qualche dissenso) e segnalare un altro intervento entro fine 2019.

La nostra previsione include ora due tagli dopo quello di settembre: uno entro fine anno, l’altro a inizio 2020, nell’ipotesi che lo scenario della politica commerciale non possa migliorare rispetto alla situazione attuale e forzi la Fed ad accomodare ancora.

L’impegno ad “agire come appropriato per sostenere l’espansione” di fronte ai rischi geopolitici e alla debolezza della domanda globale manterrà aperta la porta per altri interventi.

La probabile eliminazione del riferimento ai tagli come “aggiustamento di metà ciclo” dovrebbe essere un altro segnale dovish, anche se Powell dovrebbe mantenere un ampio margine di manovra sui futuri aggiustamenti, su un sentiero atteso sempre al di sopra di quello del mercato.

Powell dovrebbe commentare le recenti tensioni sul mercato dei fed funds, che hanno portato a iniezioni di liquidità da parte della NY Fed a inizio settimana, attribuendone le cause a un misto di fattori, fra cui il calo di riserve dovuto alla riduzione del bilancio della Fed (che verrà gradualmente eliminato), cambiamenti regolamentari ed effetti del maggior indebitamento del governo federale.

Intesa Sanpaolo – I dati e gli eventi di ieri

Germania. La fiducia degli investitori nelle prospettive economiche tedesche è notevolmente migliorata a settembre. L’indicatore ZEW (Economic Sentiment) è rimbalzato a -22,5 da -44,1 di agosto, cancellando tutto il calo registrato nel mese precedente.

L’indagine riporta che gli investitori erano meno pessimisti riguardo alla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina ed erano più fiduciosi che una “no-deal Brexit” venisse evitata.

Riteniamo che l’azione della BCE a settembre abbia avuto solo un effetto limitato sui risultati complessivi poiché il sondaggio è stato chiuso solo un giorno dopo la riunione della BCE.

Per quanto riguarda il futuro, nonostante l’ultimo rimbalzo delle aspettative, le prospettive generali rimangono negative – l’attuale livello di dell’indice ZEW è ancora ben al di sotto della sua media a lungo termine di 21,5 punti.

Gli sviluppi riguardanti Brexit sono molto volatili. Se la probabilità di un’uscita senza accordo aumentasse di nuovo, il sentimento peggiorerebbe nuovamente nei prossimi mesi.

Inoltre, la valutazione della situazione attuale è peggiorata da -13,5 punti ad agosto a -19,9 punti a settembre.

Il deterioramento era previsto poiché i dati relativi all’attività reale hanno aperto il 3° trimestre su una nota di nuovo molto debole.

Intesa Sanpaolo – Spagna. Constatata l’impossibilità di formare un nuovo governo, il Re scioglierà il parlamento il 24 settembre.

Le nuove elezioni si terranno il 10 novembre. Si tratta del quarto voto in quattro anni, sintomo che la maggiore frammentazione dell’offerta politica ha messo in crisi il sistema elettorale.

Paesi bassi. La proposta di budget per il 2020 prevede una crescita reale di 1,5%, con un incremento del reddito disponibile reale delle famiglie di 2,1% e un calo del tasso di disoccupazione al 3,5%.

Stanziamenti aggiuntivi rispetto allo scenario a legislazione invariata sono previsti per misure per i giovani (0.3 mld), l’edilizia popolare (0.35 mld), la riduzione delle imposte sui redditi da lavoro, la difesa, la chiusura dell’attività estrattiva a Groningen.

Inoltre, il governo intende esplorare le possibilità di sfruttare il regime di tassi negativi per investire di più in innovazione, infrastrutture e ricerca, mediante un fondo di investimento dedicato che sarà costituito entro i primi mesi del 2020.

Stati Uniti. La produzione industriale ad agosto dà un’altra sorpresa positiva sul fronte dei dati USA, con un aumento di 0,6% m/m (consenso: 0,2% m/m) e una revisione verso l’alto per luglio (a -0,1% m/m da -0,2% m/m).

Nel manifatturiero, l’output balza di 0,5% m/m, pur in presenza di una contrazione di -1% m/m nel settore auto. Il manifatturiero ex-auto segna un incremento di 0,6% m/m, con una variazione di 1,6% m/m per i macchinari e di 0,4% m/m per l’elettronica.

Le utility sono in crescita di 0,6% m/m e l’estrattivo rimbalza di +1,4% m/m dopo -1,5% m/m di luglio.

I dati di agosto riportano l’output sui livelli dell’inizio della primavera e segnalano una possibile stabilizzazione, più che una svolta verso l’alto dei trend di attività, alla luce delle informazioni deboli delle indagini di settore.

Intesa Sanpaolo – Stati Uniti. La Business Leaders Survey della NY Fed sul settore dei servizi a settembre dà indicazioni di marginale crescita, con un calo dell’indice coincidente di attività a 4,9 da 9,1 di agosto e di quello degli occupati a 6,7 da 8, a fronte di una correzione in territorio negativo dell’indice di clima (-15,6 da +2,8).

Anche gli indicatori a 6 mesi si indeboliscono (attività a 11,7 da 25 e clima a -18,6 da -8, sui minimi dal 2009).

I dati indicano che anche per i servizi il ritmo di espansione sta rallentando.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo: Germania gli ordini all’industria sono cresciuti

Redazione

Intesa Sanpaolo: Area euro disoccupazione è prevista in crescita

Redazione

Intesa Sanpaolo: Area euro PMI servizi dovrebbe confermare il calo

Redazione