BondWorld.it
Intesa SanPaolo Falsh Macro Daily

Intesa Sanpaolo : Area Euro Rallentamento crescita M3

Intesa Sanpaolo – Nell’area euro la crescita di M3 dovrebbe essere tornata a rallentare a settembre (a 7,7% a/a da 7,9% precedente) mentre in Francia l’indice di fiducia dei consumatori INSEE di ottobre è atteso proseguire nel suo percorso di recupero, su livelli superiori alla media di lungo periodo (105 da 102).

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


Una analoga survey diffusa stamane da GfK in Germania ha mostrato un recupero per il morale dei consumatori in novembre, a 0,8 da 0,4 precedente (massimo da oltre un anno e mezzo). Sempre in Germania i prezzi delle importazioni di settembre hanno toccato un massimo da agosto 1981, a 17,7% a/a da 16,5% precedente. Questa mattina, il Ministro dell’Economia tedesco Altmaier presenta le previsioni economiche aggiornate del Governo, che potrebbe rivedere al ribasso la stima sul 2021 (da 3,5% a 2,6%) e al rialzo quella per l’anno prossimo (da 3,6% a 4,1%).

– Negli Stati Uniti, gli ordini di beni durevoli dovrebbero correggere ampiamente, con un calo di -1,5% m/m trainato dal comparto volatile dell’aeronautica civile, che aveva spinto verso l’alto il dato del mese precedente, ma anche dal segmento auto. Gli ordini al netto dei trasporti dovrebbero però segnare una variazione di 0,6% m/m, indicando che la domanda rimane solida, nonostante i freni all’offerta. Ieri, le vendite di case nuove di settembre hanno sorpreso verso l’alto con un balzo a 800 mila (+14% m/m), con scorte di case in vendita in calo a 5,7 mesi e indicazioni di riaccelerazione del mercato.

Anche la fiducia dei consumatori di ottobre è risultata più solida delle attese, con un rialzo a 113,8 da 109,8 di settembre, con miglioramenti sia delle condizioni correnti sia di quelle attese, dopo tre mesi di contrazioni. Le preoccupazioni per l’inflazione sono sui massimi da 13 anni, senza però incidere significativamente sulla fiducia complessiva e sulle intenzioni di acquisto di beni durevoli. Circa il 50% degli intervistati pianifica una vacanza nei prossimi 6 mesi, massimo da febbraio 2020, con segnali incoraggianti per il settore dei servizi.

– Nel pomeriggio, la Bank of Canada potrebbe annunciare la chiusura del QE e rivedere al rialzo le previsioni di inflazione, portando ad anticipare l’avvio atteso del ciclo di rialzi dei tassi, ora previsto tra 3° e 4° trimestre 2022. Il dollaro canadese ne beneficerebbe, anche se probabilmente più contro euro e meno contro il dollaro USA.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo : Germania le vendite al dettaglio di ottobre sono calate di -0,3% m/m

Redazione

Intesa Sanpaolo : Area euro il calendario macroeconomico si presenta ricco di dati

Redazione

Intesa Sanpaolo : Nuova variante omicron del SARS-CoV2

Redazione