BondWorld.it
Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo: Attività commerciali consentite anche nelle Regioni italiane a massimo rischio

Intesa Sanpaolo – l’elenco delle attività commerciali consentite anche nelle Regioni italiane a massimo rischio

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


Attività commerciali:

commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande;

commercio al dettaglio di prodotti surgelati;

commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici;

commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati;

commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati;

commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni;

commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle);

commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari;

commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio;

commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza;

commercio al dettaglio di libri e di giornali, riviste e periodici, nonché di articoli di cartoleria e forniture per ufficio;

commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati, nonché di biancheria personale;

commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati;

commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori;

commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati;

commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica);

commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati;

commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati;

commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti;

commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati;

commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia;

commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento;

commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini;

commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali;

commercio ambulante (di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati);

commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono;

commercio effettuato per mezzo di distributori automatici; servizi di lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia.

Servizi alla persona:

attività delle lavanderie industriali;

altre lavanderie e tintorie;

servizi di pompe funebri e attività connesse;

servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

GAM – Fino a quando “Non ci sono alternative”?

Redazione

Capital Group: Il crollo del dollaro è un segno premonitore?

Redazione

Dorval AM: forte shock non significa per forza recessione

Redazione