BondWorld.it
Intesa SanPaolo Indice ISM

Intesa SanPaolo Flash – Spagna : produzione industriale attesa in aumento

Intesa SanPaolo – Spagna. La produzione industriale è attesa in aumento di 0,4% m/m in termini destagionalizzati dopo il calo di -1,1% m/m di febbraio: il morale nel manifatturiero era migliorato nel mese….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Se confermato, la variazione annua rettificata passerebbe a -1,3% a/a da -0,3% a/a impostando la produzione per un rimbalzo dell’1,5% t/t nel 1° trimestre da  -0,7% t/t.

Stati Uniti. Il PPI di aprile è previsto in aumento di 0,2% m/m, dopo 0,6% m/m di marzo. L’indice core dovrebbe segnare una variazione di 0,2% m/m, dopo +0,3% m/m.

L’indice al netto di alimentari, energia e commercio dovrebbe essere in aumento di 0,4% m/m. Il trend dei prezzi alla produzione resta solo modestamente al di sopra del 2%, su livelli fra il 2,2 e il 2,3% a/a.

I dati e gli eventi di ieri

Stati Uniti. Oggi riprendono i negoziati USA-Cina, in un clima di tensioni elevate.

Area euro. Il presidente della BCE, Draghi, intervenendo al dialogo con I giovani ha ribadito che la moneta unica è irreversibile e che l’idea che si possa anche solo pensare di tornare alle valute nazionali fa sorridere. Riguardo la politica monetaria Draghi ha dichiarato che rivedere l’obiettivo di stabilità dei prezzi minerebbe la credibilità della banca centrale. La BCE non accetterà di non centrare l’obiettivo di inflazione nel medio periodo.

Italia. Il ministro Di Maio ha dichiarato ieri che “si può parlare senz’altro di sforare il limite del 3%” perché “i vincoli di bilancio saranno messi in discussione dalle elezioni europee”. Inoltre, Di Maio ha anche sostenuto che le spese per ricerca, sanità e istruzione dovrebbero essere scorporate dal limite.

Cina. L’inflazione dei prezzi al consumo è salita da 2,3% a/a in marzo a 2,5% a/a in aprile, spinta al rialzo dall’aumento dell’inflazione del comparto alimentari salita al 6,1% a/a. Le cause sono riconducibili, oltre che a un sensibile effetto base sfavorevole, agli effetti dell’influenza suina che ha portato i prezzi della carne di maiale a salire del 14,4% a/a in aprile dal 5,1% di marzo (seguito a mesi di cali).

L’inflazione core è invece scesa a 1,7% a/a da 1,8% in aprile, così come quella al netto dei soli alimentari, confermando l’assenza di pressioni da domanda. L’inflazione dei prezzi alla produzione è salita da 0,4% a/a in marzo a 0,9% a/a in aprile, anch’essa sospinta al rialzo da un forte effetto base sfavorevole ma anche agli aumenti dei prezzi del petrolio e del ferro, entrambi legati a fattori dell’offerta.

L’aumento dei prezzi degli alimentari continuerà ad esercitare pressioni al rialzo sul profilo d’inflazione nei prossimi mesi ma una crescita economica priva di una forte accelerazione non dovrebbe produrre spinte al rialzo generalizzate. Ci aspettiamo quindi che l’inflazione rimanga contenuta intorno al 2%.

Cina. La crescita dello stock di credito bancario è lievemente rallentata da 13,7% a/a in marzo a 13,4% a/a in aprile, tornando sui ritmi di febbraio.

L’aumento delle emissioni dei titoli speciali dei governi locali non è stato sufficiente a controbilanciare il calo di altre voci di credito portando lo stock dell’aggregato della finanza sociale AFRE ( Aggregate Financing to the Real Economy ) a rallentare da 10,7% a/a in marzo a 10,3% in aprile.

La dinamica, nonostante la volatilità dei flussi mensili, nei primi quattro mesi dell’anno si è stabilizzata comunque al di sopra dei minimi di fine 2018 (9,8% a dicembre), continuando a fornire un moderato supporto all’economia.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo: – Germania correzione IFO

Redazione

Intesa Sanpaolo: – Area euro stima flash del PMI manifatturiero

Redazione

Intesa Sanpaolo: – Francia indice fiducia in crescita

Redazione