BondWorld.it
Intesa SanPaolo Indice ISM

Intesa Sanpaolo: Francia e Indice di fiducia dei consumatori

Intesa Sanpaolo – Francia. L’indice di fiducia dei consumatori è visto in aumento a settembre a 103 da 102. ….

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


Il morale nel trimestre in corso sembra continuare a risalire dopo la fase di incertezza di fine 2018, e si sta attestando nuovamente al di sopra della media di lungo termine. Il livello della fiducia delle famiglie rimane coerente con un’espansione dei consumi di circa 0,5% t/t.

▪ Stati Uniti. Le vendite di case nuove ad agosto dovrebbero aumentare a 650 mila, dopo l’ampio calo di luglio a 635 mila. L’indagine di fiducia dei costruttori di case ha registrato un aumento di ottimismo negli ultimi tre mesi, toccando il massimo da ottobre 2018, con indicazioni positive dall’indice delle vendite correnti ad agosto e a settembre.

Intesa SanPaolo: I dati e gli eventi di ieri

Germania. L’indice Ifo di fiducia delle imprese è rimbalzato di 0,3 punti a 94,6 a settembre, dopo cinque mesi di peggioramento continuo.

Le imprese sono state sorprendentemente un po ‘più soddisfatte della situazione attuale: la valutazione delle condizioni attuali è aumentata di 1,1 punti a 98,5, 1,4 punti sopra la media di lungo termine.

La componente delle aspettative, al contrario, è diminuita di ulteriori 0,5 punti a 90,8, ben al di sotto della media di lungo periodo.

La fiducia migliora nelle costruzioni, mentre peggiora nell’industria e nel commercio. Il miglioramento potrebbe essere connesso a un anticipo precauzionale di domanda in vista della possibile uscita del Regno Unito dall’UE il 31 ottobre. Le prospettive restano incerte, con un forte rischio di marginale contrazione del PIL che però non dovrebbe evolversi in una vera e propria recessione.

Francia. In linea con le nostre stime, l’indice di fiducia presso le imprese manifatturiere elaborato dall’INSEE è calato di un punto a settembre a 102 da 103.

Il dato di agosto è stato visto al rialzo di un punto da 102 a 103. Il giudizio sulla produzione corrente peggiora a 3,7 da 5,3 così come quello sulla produzione attesa che scende a 6,5 da 8,6.

La domanda totale migliora a -11 da 12,6 e anche gli ordini esteri risalgono a -8,7 da -9,6. L’indagine INSEE di settembre traccia uno scenario un po’ migliore rispetto alla stima flash del PMI manifatturiero di settembre, che ha mostrato un calo del morale a 50,3 da 51,1.

In media trimestrale il morale nell’industria è rimasto pressoché in linea al livello del secondo trimestre: non prevediamo un’accelerazione del manifatturiero da qui a fine anno.

Brexit. La corte suprema ha dichiarato nulla la sospensione del Parlamento, consentendo al presidente dell’assemblea di riconvocarlo senza necessità di altri atti formali nella giornata di oggi.

Anche se le implicazioni costituzionali sono molto rilevanti, potrebbe cambiare poco per il processo della Brexit. Il parlamento aveva già deliberato prima della sospensione contro la promessa di Johnson di attuare l’uscita il 31 ottobre in ogni caso, cioè anche in assenza di accordo l’UE, e aveva già respinto per due volte la richiesta di elezioni anticipate.

La strategia del governo poggiava sulla credibilità della minaccia di attuare comunque una no deal exit malgrado il voto del Parlamento, che avrebbe indotto l’Irlanda a implorare l’UE di accettare una versione annacquata del backstop .

Se l’azzardo non otterrà risultati, come sembra probabile, la scelta si ridurrà a (1) riproporre l’accordo così com’è (ma è difficile che sia approvato dal Parlamento) (2) attuare ugualmente l’uscita (aggirando, incorrendo in rischi legali probabilmente inaccettabili, il vincolo imposto dal parlamento) e (3) inviare una richiesta di proroga.

Una proroga, che pare l’esito più probabile, potrebbe essere richiesta dallo stesso Johnson in attuazione della legge del parlamento, oppure dal leader dell’opposizione in caso di dimissioni preventive di Johnson. Prima del verdetto, Johnson aveva dichiarato che non si sarebbe dimesso neppure in caso di verdetto negativo. In entrambi i casi, i conservatori si presenterebbero alle elezioni anticipate come il partito della Brexit.

Area euro. De Guindos, vicepresidente della BCE, ha motivato la modifica dei termini delle TLTRO III con l’intenzione di allinearne la scadenza alla durata dei prestiti alle imprese per progetti di investimento.

Riguardo alla nuova remunerazione a due livelli della deposit facility , De Guindos ha sostenuto che il livello del moltiplicatore è adeguato a garantire che i tassi di mercato monetario a brevissimo termine restino ancorati al depo rate , pur riducendo il costo dell’eccesso di riserve.

In un successivo intervento sull’inflazione, De Guindos ha menzionato la possibilità che la crescita dell’e-commerce e degli input immateriali stia modificando la struttura dei costi di produzione, accentuando il ruolo dei costi fissi e riducendo quelli dei costi variabili, inclusi i salari, e riducendo la quota del lavoro sul valore aggiunto totale. Ciò potrebbe portare a una minore trasmissione delle variazioni salariali ai prezzi di vendita.

Italia. Il programma di emissione del quarto trimestre prevede il collocamento di tre nuovi titoli: un BTP 1/2/2025, un BTP 15/1/2027 e un CTZ 29/11/2021.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo: Area euro recupero produzione

Falco64

Intesa Sanpaolo: Stati Uniti CPI in aumento

Falco64

Intesa Sanpaolo: Italia testo di una nuova legge elettorale

Falco64