BondWorld.it
Intesa SanPaolo Indice ISM

Intesa Sanpaolo: Germania produzione industriale

Intesa Sanpaolo – Germania. La produzione industriale è cresciuta in novembre di 1,1% m/m, dopo il calo di ottobre (rivisto al rialzo da -1,7 a -1,0% m/m), ma resta in contrazione (-2,6% a/a) su base tendenziale………

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


I dati sono stati migliori delle attese. A livello settoriale, la produzione manifatturiera è cresciuta di +1,0% m/m e quella delle costruzioni di 2,6% m/m.

Le indagini di fiducia hanno avuto andamenti contrastanti in novembre e dicembre, ma ancora incompatibili con una ripresa sostenibile della produzione manifatturiera: l’indice Ifo sul livello della produzione è calato di nuovo in novembre e dicembre a livelli negativi, mentre l’indice PMI di produzione è sì salito di circa un punto, ma resta ampiamente sotto quota 50.

Cruciale sarà nei prossimi mesi l’andamento del settore automobilistico, che, rimane caratterizzato da forte incertezza: la recente ripresa delle immatricolazioni (+13,7% a/a nel 2019T4) è stata alimentata da una nuova campagna di incentivi da parte delle case produttrici, incentrati sui modelli più inquinanti, e potrebbe quindi rivelarsi molto effimera.

Nel 4° trimestre è probabile un contributo alla crescita PIL ancora negativo per il manifatturiero, ma positivo per le costruzioni.

– Italia. Il tasso di disoccupazione potrebbe tornare ad aumentare a novembre, a 9,8% dopo il calo a 9,7% di ottobre.

Le indagini hanno segnalato nel mese che sia le famiglie che le imprese sono meno ottimiste sulle prospettive del mercato del lavoro. Stimiamo un tasso dei senza-lavoro vicino al 10% per la media del 2020.

Intesa Sanpaolo – I dati e gli eventi di ieri

Area euro. L’indice di fiducia economica è salito da 101,2 a 101,5 in dicembre. La variazione è leggermente migliore delle stime di consenso.

Il miglioramento del clima di fiducia ha interessato fortemente i servizi (+2,2 punti a 11,4), le costruzioni (+2,2 punti a 5,0) e il commercio al dettaglio (+1,0 punti a 0,8).

Per l’industria, l’indagine ha evidenziato un peggioramento del clima di fiducia da -9,1 a -9,3.

Tuttavia, nel comparto manifatturiero le aspettative di produzione sono ulteriormente migliorate e segnalano ora un’inversione di tendenza rispetto ai mesi precedenti.

Gli indici elaborati dalla Commissione sono coerenti con una crescita del Pil per il 4° trimestre di 0,2% t/t e 1,1%a/a, valori pressoché in linea con i dati del 3° trimestre.

La fiducia dei consumatori è scesa da -7,2 a -8,1, nonostante il miglioramento visto nella componente del mercato del lavoro.

Intesa Sanpaolo – Francia. L’indice di fiducia dei consumatori a dicembre è nettamente calato, scendendo a 102 da 105, primo calo da dicembre 2018.

Il calo è spiegato da un generale peggioramento del giudizio sulla situazione finanziaria personale, che è in calo accentuato, così come la propensione al risparmio.

Cala anche la propensione al consumo delle famiglie.

Sebbene piuttosto negativa, l’indagine di dicembre è stata probabilmente influenzata dal diffuso malumore riguardo alla riforma delle pensioni in corso in Francia e pensiamo che questo potrebbe continuare a perturbare nei prossimi mesi il morale delle famiglie.

L’indicatore rimane comunque al di sopra della media storica.

Intesa Sanpaolo – Stati Uniti. La stima ADP degli occupati non agricoli privati a dicembre sorprende verso l’alto, con un incremento di 202 mila, e una revisione verso l’alto della variazione di novembre, da 67 mila a 124 mila.

A dicembre, nell’industria l’aumento di 29 mila posti è guidato dalle costruzioni, con un rialzo di 37 mila, a fronte di contrazioni nel manifatturiero (- 7mila) e nell’estrattivo (-1000).

I servizi creano 173 mila posti, con variazioni positive diffuse alla maggior parte dei settori. La nostra previsione per i nuovi occupati non agricoli dell’employment report è di 165 mila.

Lo scenario centrale per la dinamica occupazionale mensile nel 2020 rimane di graduale rallentamento verso variazioni intorno a 120 mila, coerenti con la crescita attesa del PIL vicina al potenziale.

Il mercato del lavoro è in fase matura, con una elevata probabilità di essere vicino ai massimi in termini di crescita occupazionale e ai minimi in termini di tasso di disoccupazione, come indicano i sussidi di disoccupazione e l’andamento delle posizioni aperte (fig. a destra qui sotto).

Intesa Sanpaolo – Cina. L’inflazione dei prezzi al consumo è rimasta invariata a 4,5% a/a in dicembre, sui massimi dall’inizio dell’anno.

L’inflazione nel comparto degli alimentari si è mantenuta ancora elevata ( 17,4% a/a)  – trainata dal comparto della carne di maiale (97% a/a) – ma in moderato rallentamento rispetto ai picchi di novembre (19,1% a/a), sia grazie ad un effetto base favorevole, che rimarrà alto anche nei prossimi due mesi, sia grazie ad un calo dello 0,4% m/m, il primo da luglio.

L’inflazione nel comparto della carne di maiale potrebbe aver visto il picco a novembre grazie ad un effetto base favorevole e all’aumento dell’offerta effettuata sia attraverso maggiori importazioni di animali sia attraverso l’utilizzo delle scorte nazionali di carne congelata all’inizio di dicembre e a gennaio.

L’inflazione nel comparto degli alimentari dovrebbe quindi cominciare a rientrare, verosimilmente da febbraio, superati eventuali picchi stagionali legati alle festività di capodanno (24-30 gennaio 2020).

Il comparto dei trasporti rimane in deflazione da dicembre 2018 ma ad un passo inferiore (-0,7% a/a in dicembre) rispetto ai minimi di ottobre (-3,5% a/a).

L’inflazione core è rimasta invariata a 1,4% a/a e la contrazione dei prezzi alla produzione si è ridimensionata da -1,4% a/a in novembre a -0,4% a/a in dicembre a causa dell’aumento dei prezzi nel comparto minerario e delle materie prime guidato essenzialmente da un effetto base favorevole.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo: Stati Uniti vendite al dettaglio previste in aumento

Redazione

Intesa Sanpaolo: Stati Uniti PPI ad aprile è atteso in rialzo

Redazione

Intesa Sanpaolo: Area euro rimbalzo della produzione industriale

Redazione