BondWorld.it
Intesa SanPaolo Falsh Macro Daily

Intesa Sanpaolo: – Italia convocato il Consiglio dei Ministri

Intesa Sanpaolo – Italia. Stasera alle 21,30 è convocato il Consiglio dei Ministri che dovrebbe dare il via libera al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Intesa SanPaolo


Italia Viva è attesa dare il suo sì in Parlamento all’approvazione del piano, così come allo scostamento di bilancio (altri 25 miliardi) e al nuovo decreto ristori. Tuttavia, secondo indiscrezioni di stampa, Renzi potrebbe ritirare la sua delegazione al governo subito dopo il CdM odierno.

Si va verso una formalizzazione della crisi in Parlamento, che secondo la maggior parte degli osservatori potrebbe portare a un Conte ter, con cambiamenti sostanziali nella squadra e un nuovo programma di governo.

I dati e gli eventi di ieri

Stati Uniti. La leadership democratica ha fatto seguire i fatti agli annunci di due giorni fa riguardo alle misure per rimuovere Trump dalla sua carica negli ultimi giorni del mandato. Ieri alla Camera sono stati introdotti due testi, un articolo di impeachment e una risoluzione per richiedere che Pence invochi il 25° emendamento se Trump non si dimette volontariamente.

L’obiezione dei repubblicani alla risoluzione fa scattare oggi il voto in aula. Dato che Pence con ogni probabilità non invocherà il 25° emendamento, la risoluzione prevede che entro 24 ore, cioè mercoledì, la Camera voti per iniziare un processo di impeachment.

L’articolo di impeachment attualmente predisposto è basato sull’accusa di “istigazione alla violenza contro il governo degli Stati Uniti”, ma potrà ancora essere modificato prima dell’apertura del processo. L’articolo fa anche riferimento al 14° emendamento, che dà al Congresso il potere di rimuovere pubblici ufficiali coinvolti in “un’insurrezione o in una ribellione”. La Camera ha i voti per approvare l’articolo, dato che è necessaria la maggioranza semplice. Inoltre, sembra che più di una decina di rappresentanti repubblicani siano inclinati a rompere le fila del partito, al contrario di quanto avvenuto con il primo impeachment.

Al Senato per ora la maggioranza richiesta (67 voti su 100) è molto lontana, dato che solo alcuni senatori repubblicani hanno definito l’operato di Trump “impeachable”. Alcuni repubblicani stanno considerando altre strade, diverse dall’impeachment, per impedire a Trump di ricoprire cariche pubbliche, ma la macchina dell’impeachment è partita, e sembra ormai impossibile fermarla, anche se potrebbe portare a ulteriori spaccature e violenze nel paese.

Il sentiero delle prossime settimane sarà irto di polemiche e tensioni, ma sembra ormai segnato. L’impeachment alla Camera potrebbe essere votato in tempi rapidi, mentre al Senato il processo non potrà essere aperto prima del 19 gennaio.

In termini pratici, l’esito finale del processo non avrebbe conseguenze sulla permanenza in carica di Trump fino al 20 ma, se si votasse anche un divieto di ricoprire cariche pubbliche in futuro, avrebbe implicazioni rilevanti per le aspirazioni politiche di Trump e per il futuro del partito repubblicano.

Operativamente, lo scenario centrale è un voto per l’impeachment alla Camera potenzialmente già entro mercoledì e un successivo “congelamento” del risultato, con un ritardo indefinito nella trasmissione degli atti al Senato, indipendente dal fatto che Trump non sarà più in carica.

La Camera potrebbe trasmettere gli atti con ritardo oppure non trasmetterli affatto, in linea con precedenti storici per entrambe le alternative. Rimane comunque in mano al Senato un’eventuale interdizione dai pubblici uffici, che potrebbe essere votata a maggioranza semplice, dopo il voto a maggioranza qualificata per la “condanna” del Senato e la chiusura del processo.

Biden ha richiesto alla leadership del nuovo Congresso, in caso di apertura del processo di impeachment al Senato, di suddividere l’agenda in modo da garantire lo svolgimento dei dibattiti per le nomine dei membri della sua amministrazione e l’introduzione di nuova legislazione.

Fonte: BondWorld.it

Articoli Simili

Intesa Sanpaolo: – Francia crescita zero dell’inflazione

Redazione

Intesa Sanpaolo: – Stati Uniti prezzi import in rialzo

Redazione

Intesa Sanpaolo: – Italia produzione industriale torna a contrarsi

Redazione