BondWorld.it

La Cina ha alzato il costo del denaro

CINA bond
La Banca Centrale della Cina ha alzato a sorpresa il costo del denaro di un quarto di punto, una mossa che non avveniva dalla fine ….
Fonte: Articolo tratto dalla Newsletter – Private & Consulting SIM

Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


del 2007. Tale manovra ha lo scopo di frenare il surriscaldamento dell’economia, in particolare nel settore immobiliare, e ridurre il pericolo di una crescita dell’inflazione. In Europa, continua a tirare la locomotiva tedesca, le previsioni sul Pil per il 2010 sono state riviste al rialzo (dall’1,4% al 3,4%). Inoltre l’indice Ifo, che misura il clima di fiducia delle imprese tedesche, a ottobre ha toccato il massimo da oltre tre anni (107,6 punti). Queste notizie hanno trasmesso ottimismo ai mercati europei e rafforzato l’Euro. Al contrario il Bund ha perso circa due punti nelle ultime sedute, anche a causa delle dichiarazioni di Axel Weber, convinto che nel 2011 la BCE debba iniziare a ridurre gli stimoli di politica monetaria. L’Euribor 3 mesi ha superato la soglia dell’1%.

Disclaimer

La presente pubblicazione è distribuita da Private & Consulting SIM. Pur ponendo la massima cura nella predisposizione della presente pubblicazione e considerando affidabili i suoi contenuti, Private & Consulting SIM non si assume tuttavia alcuna responsabilità in merito all’esattezza, completezza e attualità dei dati e delle informazioni nella stessa contenuti ovvero presenti sulle pubblicazioni utilizzate ai fini della sua predisposizione. Di conseguenza Private & Consulting SIM declina ogni responsabilità per errori od omissioni.
La presente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, non costituendo in nessun caso offerta al pubblico di prodotti finanziari ovvero promozione di servizi e/o attività di investimento né nei confronti di persone residenti in Italia né di persone residenti in altre giurisdizioni, a maggior ragione quando tale offerta e/o promozione non sia autorizzata in tali giurisdizioni e/o sia contra legem se rivolta alle suddette persone.
Né Private & Consulting SIM né alcuna società appartenente al Gruppo Private & Consulting potrà essere ritenuta responsabile, in tutto o in parte, per i danni (inclusi, a titolo meramente esemplificativo, il danno per perdita o mancato guadagno, interruzione dell’attività, perdita di informazioni o altre perdite economiche di qualunque natura) derivanti dall’uso, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, dei dati e delle informazioni presenti nella presente pubblicazione.
La presente pubblicazione può essere riprodotta unicamente nella sua interezza ed esclusivamente citando il nome di Private & Consulting SIM, restandone in ogni caso vietato ogni utilizzo commerciale. La presente pubblicazione è destinata all’utilizzo ed alla consultazione da parte della clientela professionale e commerciale di Private & Consulting SIM cui viene indirizzata, e, in ogni caso, non si propone di sostituire il giudizio personale dei soggetti a cui si rivolge. Private & Consulting SIM ha la facoltà di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi elemento sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira ovvero è tratto anche prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione della sua clientela. Private & Consulting SIM può occasionalmente, a proprio insindacabile giudizio, assumere posizioni lunghe o corte con riferimento ai prodotti finanziari eventualmente menzionati nella presente pubblicazione. In nessun caso e per nessuna ragione Private & Consulting SIM sarà tenuta, nell’ambito dello svolgimento della propria attività di consulenza, sia essa individuale o collettiva, ad agire conformemente, in tutto o in parte, alle opinioni riportate nella presente pubblicazione.

Articoli Simili

DPAM – Fed, le obbligazioni contano ancora nel portafoglio

Falco64

VanEck: Il portafoglio obbligazionario ha il giusto rischio?

Falco64

T. Rowe Price: cautela è la parola chiave per investire in questa fase

Falco64