BondWorld.it

NN IP: NN (L) Green Bond supera 1 miliardo di euro di AuM

NN IP. NN (L) Green Bond supera 1 miliardo di euro di AuM, risparmiate 547.505 tonnellate di CO2 all’anno. La rapida crescita del mercato dei green bond ha comportato una veloce espansione dei benefici in chiave ambientale e, in particolare, ad un significativo risparmio di CO2……


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Ne è un esempio lo sviluppo del fondo NN (L) Green Bond, che ha superato la soglia del miliardo di euro in gestione a luglio 2019, dopo solo tre anni dal suo lancio nel 2016.

Grazie alle sue attuali dimensioni di 1,03 miliardi di euro, il fondo consente di risparmiare 547.505 tonnellate di CO2 all’anno.

Per ogni milione di euro investito, le emissioni di CO2 risparmiate dal fondo, pari a 534 tonnellate, equivalgono alle emissioni medie annue di 214 autovetture; mentre, per l’intero portafoglio, la capacità di energia rinnovabile aggiunta è equivalente a quella generata da 113 turbine eoliche (a fine luglio 2019).

Il fondo, con il superamento della soglia di un miliardo di euro di asset in gestione, ha portato gli AuM totali della strategia, compresi i mandati, a 1,5 miliardi di euro a fine luglio 2019.

Il fondo NN (L) Green Bond impiega una strategia di investimento ad impatto: investe solo in opportunità obbligazionarie che combinano rendimenti finanziari interessanti con un impatto ambientale positivo chiaro e misurabile.

Oltre all’impatto ambientale derivante dal risparmio di CO2, la strategia ha sovraperformato da un punto di vista finanziario ogni anno dal suo lancio.

Fin dall’inizio, la strategia ha ottenuto una sovraperformance annualizzata dello 0,63% (al lordo delle commissioni) rispetto al benchmark[1] (4,25% per il fondo NN (L) Green Bond, contro il 3,62% del benchmark, a fine luglio 2019). Inoltre, si posiziona nel primo decile del suo peer group.

Bram Bos, Lead Portfolio Manager Green Bonds di NN Investment Partners, ha commentato: “Fin dalla nascita del fondo nel 2016, ci siamo concentrati sui “dark green” bond, che riteniamo siano la scelta primaria per gli investitori disposti a dare priorità alla sostenibilità nel reddito fisso.

L’allocazione in questa asset class consente agli investitori di ridurre l’impronta di carbonio dei loro portafogli obbligazionari e fornisce protezione dal rischio climatico senza sacrificare la liquidità e i rendimenti.

Inoltre, osserviamo che queste obbligazioni offrono una migliore governance e una maggiore trasparenza grazie a un più intenso coinvolgimento degli emittenti e a requisiti di rendicontazione più rigorosi”.

L’approccio d’investimento “dark green” di NN IP garantisce che gli investimenti siano veramente green.

Il team dedicato ai Green bond di NN IP cerca progetti che diano un contributo positivo misurabile agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs), in particolare la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici.

NN IP si è inoltre impegnata ad escludere opportunità di investimento contrarie ai propri obiettivi di sostenibilità; ad esempio, non investe in green bond che finanziano progetti di combustibili fossili.

NN IP valuta, inoltre, anche le obbligazioni e gli emittenti, incontrando e dialogando con ogni società inclusa nel portafoglio per capire come il green bond si inserisce nella strategia aziendale e come si sviluppano i progetti.

La crescita del fondo è stata sostenuta dal miglioramento della liquidità sul mercato dei green bond, stimolato dagli emittenti che, nel primo semestre del 2019, hanno raccolto quasi lo stesso ammontare di tutto il 2018.

Ciò ha portato il mercato globale delle obbligazioni verdi a 440 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 335 miliardi di euro di un anno fa.

L’attività record è stata caratterizzata da importanti emissioni di società e di soggetti sovrani.

Anche il numero di emittenti regolari di green bond è in aumento, creando un’offerta stabile di titoli green e migliorando l’attività di negoziazione sul mercato secondario.

L’espansione della base di emittenti nel mercato dei green bond, sia in termini geografici che settoriali, ha permesso a questa asset class di affermarsi come una scelta valida per gli investitori obbligazionari che desiderano ottenere un impatto positivo.

NN IP si aspetta che questo sviluppo continui e addirittura acceleri man mano che il mondo in cui viviamo diventa sempre più connesso e gli investitori sempre più consapevoli dell’impatto potenziale delle loro scelte.

NN (L) Green Bond è un comparto della SICAV NN (L)*, con sede in Lussemburgo. La SICAV NN (L) (SICAV) è debitamente autorizzata dalla Commissione di vigilanza del settore finanziario (CSSF), a Lussemburgo.

Share class selezionate del comparto sono attualmente registrate in Lussemburgo, Danimarca, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Belgio, Francia, Francia, Regno Unito, Austria, Italia, Svizzera, Spagna, Germania, Cile, Singapore e Paesi Bassi.

Fonte: BondWorld.it