Analisi Obbligazionarie

Obbligazioni : Cosa ci attende nel 2014 le prospettive d’investimento di Swiss & Global Asset Management

0 CALCOLATRICE-

Obbligazioni dei mercati emergenti/globali «Nei primi mesi del 2014 la prospettiva del tapering manterrà “in stato di allerta” i mercati finanziari. Quando verrà annunciato, segnerà l’inizio di un lungo viaggio verso la normalizzazione della politica monetaria USA……

Per gli investitori obbligazionari tradizionali sarà un momento difficile, mentre per quelli più attivi creerà nuove opportunità. Anche se il sentiment sui mercati obbligazionari potrebbe rimanere negativo nel breve termine, riscontriamo le migliori opportunità ove il mercato ha ignorato i fondamentali solidi e i prezzi allettanti per paura del tapering. Le migliori opportunità di guadagno risiedono a nostro avviso nelle obbligazioni dei mercati emergenti in moneta forte, nonché in selezionate bond locali, ad esempio in Brasile, dove il mercato obbligazionario ha subito una correzione di 3-5 punti percentuali e offre ora un rendimento eccellente del 12-13%. Nel mondo sviluppato, il paese che presenta una curva dei rendimenti già a nostro avviso pienamente normalizzata e che è stata trascurata dagli analisti è la Nuova Zelanda.»

Enzo Puntillo, gestore del JB Total Return Bond Fund di Swiss & Global

Obbligazioni globali

«Il 2014 potrebbe essere un anno ostico per molti fondi obbligazionari: “turbolenze” dovute al tapering USA, rialzi dei tassi imminenti, spread sui crediti molto bassi, migrazione verso altre classi di investimento. Tuttaviaper coloro che sceglieranno di affidarsi a strategie basate su durate brevi, tutela del credito e volatilità lunga, vi sono effettivamente delle speranze. Vi saranno molte nuove emissioni di obbligazioni convertibili; i rendimenti delle obbligazioni locali dei mercati emergenti sono piuttosto “malandati”, ma si riprenderanno dopo l’euforia estiva. Queste due aree offrono un buon potenziale di rendimento per il 2014.»

Tim Haywood, gestore del JB Absolute Return Bond Fund

Obbligazioni dei mercati emergenti

«Nel 2014 una forte crescita nei paesi sviluppati fornirà uno stimolo ai mercati emergenti. I mercati emergenti che beneficeranno maggiormente della situazione saranno i paesi che vantano esportazioni solide, mentre le economie più dipendenti dai prezzi delle materie prime arrancheranno. Probabilmente nel 2014 si capitalizzerà la normalizzazione registrata nel 2013; questo implica una crescita più solida ma minore liquidità.»

Paul McNamara, gestore del JB Local Emerging Bond Fund

Obbligazioni dei mercati emergenti

«Nel 2014, l’incertezza sui tempi e sull’entità del cambio di politica monetaria negli USA manterrà una volatilità elevata nei mercati emergenti. Questo creerà interessanti opportunità verso un’esposizione strategica sui bond dei Paesi emergenti in valuta forte (valuta estera? O lasciato “hard currency”?) i cui fondamentali rimangono molto solidi in generale, con prezzi che iniziano già a dimostrare un valore consistente. Nel campo delle valute locali sarà necessaria una maggiore selettività, e i paesi che dipendono fortemente dal capitale estero per il finanziamento dei loro deficit delle partite correnti dovrebbero essere evitati.»

Alessandro Ghidini, gestore del JB Emerging Markets Inflation Linked Bond Fund di Swiss & Global

Fonte: BondWorld.it

Related posts

M&G: Il prezzo del petrolio in caduta frena i mercati emergenti. Ma perché?

1admin

Analisi Weekly Fixed Income: Paesi e Emittenti

1admin

JCI: Tsunami franco svizzero, la SNB spiazza i mercati e abolisce il cambio minimo Chf/Eur

1admin