BondWorld.it
Metcalfe Michael State Street Global Markets

State Street: Fiducia degli investitori in aumento di 2 punti a marzo

State Street Global Markets ha reso noti i risultati dell’Investor Confidence Index® (ICI) per il mese di marzo 2021.


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Michael Metcalfe, responsabile Global Macro Strategy di State Street Global Markets


L’indice, che misura la fiducia degli investitori istituzionali a livello globale, è salito a quota 93,9, con un incremento di 2 punti rispetto alle rilevazioni di febbraio che si attestavano a 91,9 punti. L’incremento è stato guidato principalmente dall’aumento della fiducia in Europa, dove l’indice è salito di 12,6 punti, a quota 90,7 e da quello del Nord America che ha guadagnato 1,1 punti raggiungendo quota 94,4. Al contempo, l’ICI asiatico ha riportato un calo di 4,9 punti, attestandosi a 93,2 punti.

 “Nel primo trimestre del 2021 la fiducia degli investitori ha dovuto affrontare nuove sfide, in particolare perché bisogna ancora capire se l’incremento dei rendimenti obbligazionari sia dovuto alla spinta reflattiva o se rappresenti invece una minaccia per la fiducia stessa”, ha dichiarato Michael Metcalfe, responsabile Global Macro Strategy di State Street Global Markets. “Dopo un brusco calo per due mesi consecutivi, la fiducia degli investitori si è stabilizzata ed è aumentata leggermente a marzo, grazie all’incremento registrato in Europa. Anche se il livello generale dell’indice suggerisce che gli investitori dovrebbero essere cauti per quanto riguarda agli asset di rischio, il modesto miglioramento della fiducia indica che stanno imparando a convivere con rendimenti più alti – almeno per ora”.

Fonte: BONDWorld.it

Articoli Simili

UBP: i policymaker continueranno a fornire il supporto necessario per la ripresa nel 2021

Redazione

Intesa Sanpaolo: American Jobs Plan: il ritorno degli investimenti pubblici

Redazione

Flossbach von Storch Debito pubblico. Chi pagherà per tutto questo?

Redazione