BondWorld.it

Tema Caldo: Due idee per il breve termine

Mentre la BCE si è dichiarata pronta al varo di nuove manovre volte a fornire, in caso di necessità, liquidità al sistema, appare chiaro che i tassi di interesse rimarranno su livelli molto bassi ancora per lungo tempo, anche grazie a …

un’inflazione che, seppur sui livelli minimi dell’ultimo decennio, è attesa in tendenziale crescita nel medio termine. In un quadro globale dove il driver di mercato è la guerra valutaria giocata dalle principali Banche Centrali, con la guidance della FED sul QE che fa da attore principale, i risparmiatori che investono in euro devono pertanto attendersi un periodo di sostanziale tranquillità, nel quale i tassi di mercato difficilmente si allontaneranno dai minimi registrati in questa fase.
In tale quadro, vale ancor di più l’imperativo di concentrare l’attenzione su duration piuttosto basse, per restare il più possibile lontano dai rischi sul fronte tassi, in attesa che si presentino le giuste condizioni per poter puntare su qualche tema specifico, dal momento che oggi il variabile, passando anche per le inflation linked, si caratterizza per una appetibilità piuttosto limitata.
In tale ambito, nel ventaglio di proposte targate RBS Plc si distinguono la Royal Scala Crescente ( Isin NL0009537851)  e la Royal 5% Step Down ( Isin NL0009560010). I bond si caratterizzano, anche seguendo il loro nome commerciale, rispettivamente per una struttura di tipo step up e di tipo step down, ovvero con cedole crescenti la prima e con cedole decrescenti la seconda.
Andando per ordine, la step up presenta un prezzo bid-ask pari a 104,85 e 106,24 euro, che in virtù della scadenza (30 novembre 2016) e dell’attuale cedola in corso, pari al 3,75%, garantisce un potenziale ritorno rispettivamente pari al 2,206% e all’ 1,57% al lordo della ritenuta fiscale.
Analogamente per quanto riguarda la Royal 5% Step Down, in virtù di una cedola in corso del 4% e della scadenza prevista per il 30 novembre 2017, la corrente quotazione in lettera di 105,25 euro, vale un rendimento annuo lordo dell’1,942%. Entrambi i bond, ai correnti prezzi, garantiscono pertanto un discreto mark-up di rendimento rispetto ad un ipotetico BTP di pari scadenza.
Fonte: RBS

Normal 0 14 MicrosoftInternetExplorer4

Articoli Simili

NN IP: Obbligazionario opportunità per i gestori attivi

Falco64

Schroders: le scomode verità sui rendimenti

Falco64

GAM: Le convertibili trovano valore nelle attività di M&A

Falco64