BondWorld.it

Un segnale positivo per il mercato obbligazionario giunge dall’ultima asta di Titoli di Stato italiani

Un segnale positivo per il mercato obbligazionario giunge dall’ultima asta di Titoli di Stato italiani. Il Tesoro ha collocato titoli per 7,9 miliardi di Euro, con l’esaurimento delle emissioni a 5 e a 15 anni. …


Fonte: Articolo tratto dalla Newsletter – Private & Consulting SIM


Se vuoi ricevere le principali notizie pubblicate da BONDWorld iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Come contropartita il Tesoro ha dovuto pagare rendimenti decisamente alti, a causa del nervosismo originato dal meccanismo di supporto dei debiti sovrani dell’Eurozona e dall’instabilità politica italiana.

Lo spread fra Btp e Bund si è spinto a livelli che non si vedevano dallo scorso 8 giugno, con un picco a 190 centesimi; dopo l’asta il gap si è ristretto tornando in area 160 centesimi. In generale l’allargamento degli spread rispetto ai titoli tedeschi, considerati un porto sicuro, ha colpito tutti i paesi periferici per effetto del trascinarsi della crisi irlandese.

Gli spread si sono poi ridotti in seguito al comunicato diramato a Seul dai ministri europei, che ha rassicurato gli investitori. Rallenta la crescita dell’Euribor, con il tasso a tre mesi indicato poco sopra l’1%.


Disclaimer
La presente pubblicazione è distribuita da Private & Consulting SIM. Pur ponendo la massima cura nella predisposizione della presente pubblicazione e considerando affidabili i suoi contenuti, Private & Consulting SIM non si assume tuttavia alcuna responsabilità in merito all’esattezza, completezza e attualità dei dati e delle informazioni nella stessa contenuti ovvero presenti sulle pubblicazioni utilizzate ai fini della sua predisposizione. Di conseguenza Private & Consulting SIM declina ogni responsabilità per errori od omissioni.
La presente pubblicazione viene a Voi fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, non costituendo in nessun caso offerta al pubblico di prodotti finanziari ovvero promozione di servizi e/o attività di investimento né nei confronti di persone residenti in Italia né di persone residenti in altre giurisdizioni, a maggior ragione quando tale offerta e/o promozione non sia autorizzata in tali giurisdizioni e/o sia contra legem se rivolta alle suddette persone.
Né Private & Consulting SIM né alcuna società appartenente al Gruppo Private & Consulting potrà essere ritenuta responsabile, in tutto o in parte, per i danni (inclusi, a titolo meramente esemplificativo, il danno per perdita o mancato guadagno, interruzione dell’attività, perdita di informazioni o altre perdite economiche di qualunque natura) derivanti dall’uso, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, dei dati e delle informazioni presenti nella presente pubblicazione.
La presente pubblicazione può essere riprodotta unicamente nella sua interezza ed esclusivamente citando il nome di Private & Consulting SIM, restandone in ogni caso vietato ogni utilizzo commerciale. La presente pubblicazione è destinata all’utilizzo ed alla consultazione da parte della clientela professionale e commerciale di Private & Consulting SIM cui viene indirizzata, e, in ogni caso, non si propone di sostituire il giudizio personale dei soggetti a cui si rivolge. Private & Consulting SIM ha la facoltà di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi elemento sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira ovvero è tratto anche prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione della sua clientela. Private & Consulting SIM può occasionalmente, a proprio insindacabile giudizio, assumere posizioni lunghe o corte con riferimento ai prodotti finanziari eventualmente menzionati nella presente pubblicazione. In nessun caso e per nessuna ragione Private & Consulting SIM sarà tenuta, nell’ambito dello svolgimento della propria attività di consulenza, sia essa individuale o collettiva, ad agire conformemente, in tutto o in parte, alle opinioni riportate nella presente pubblicazione.


Articoli Simili

NN IP: Obbligazionario opportunità per i gestori attivi

Falco64

Schroders: le scomode verità sui rendimenti

Falco64

GAM: Le convertibili trovano valore nelle attività di M&A

Falco64